Il Canada toglie obbligo vaccino COVID-19 per i suoi camionisti dopo le pressioni dell'industria

 

Il Canada toglie obbligo vaccino COVID-19 per i suoi camionisti dopo le pressioni dell'industria

Con più di due terzi dei 650 miliardi di dollari canadesi (511 miliardi di dollari) di merci scambiate ogni anno tra il Canada e gli Stati Uniti che viaggiano su strada, l'industria dei camion è fondamentale.


La Canadian Trucking Alliance ha stimato che il mandato del governo potrebbe costringere circa 16.000 autisti transfrontalieri - il 10% di loro - a lasciare le strade.


Il mandato è stata la prima misura politica presa dall'inizio della pandemia che potrebbe limitare il traffico transfrontaliero di camion. I camion hanno attraversato il confine liberamente quando il confine è stato chiuso per 20 mesi, perché erano considerati essenziali per mantenere aperte le catene di approvvigionamento.


Le interruzioni della catena di rifornimento hanno portato l'inflazione principale del Canada ad un massimo di 18 anni a novembre, e la Banca del Canada ha segnalato che potrebbe aumentare i tassi di interesse già ad aprile.


Il costo per portare un carico di frutta e verdura dalla California e dall'Arizona al Canada è raddoppiato durante la pandemia a causa della carenza di autisti, ha detto a Reuters la settimana scorsa Steve Bamford, amministratore delegato di Bamford Produce, un importatore ed esportatore di frutta e verdura fresca con sede in Ontario.


Gli alimenti freschi sono sensibili ai problemi di trasporto perché scadono rapidamente.


L'amministrazione Biden vuole che i camionisti delle aziende con 100 o più dipendenti siano vaccinati o si sottopongano a test settimanali, una politica che è stata contestata alla Corte Suprema.


Fonte: channelnewsasia

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia