In Italia le ferrovie messe in ginocchio da governo e popolo sempre più positivo al covid

 

In Italia le ferrovie messe in ginocchio da governo e popolo sempre più positivo al covid

Il sito web dell'operatore ferroviario nazionale italiano ha pubblicato avvisi di servizi gravemente perturbati: "Per le attività legate all'organizzazione dei servizi, si possono prevedere modifiche all'orario dei treni regionali dopo i controlli previsti dalla normativa anti-Covid", ha osservato Trenitalia e ha elencato almeno 16 regioni interessate dal grave problema.


ROMA
I risultati positivi dei test Corona hanno portato Trenord a cancellare forzatamente le corse, tanto che gran parte del traffico ferroviario in Lombardia ha dovuto essere riprogrammato a causa della massiccia carenza di personale. Secondo i sindacati, le carenze di personale sono diventate abbastanza comuni indipendentemente dal ritorno alla "normalità" dell'Italia con il "pass verde".

Le restrizioni pandemiche, che portano a una corsa forsennata ai centri d'esame per ottenere il "passaporto verde", sono diventate un autogol per il governo, secondo Gospa News. Hanno dato ai dipendenti che vorrebbero rimanere a casa durante le vacanze la possibilità di proporre il contatto con un "infetto" di Omicron, di "infettarsi" e quindi di andare in quarantena.

Come riportato da Gospa News, circa il 67% dei nuovi "casi" positivi in Piemonte sono asintomatici. Inoltre, i test rapidi dell'antigene Covid-19 non rilevano accuratamente la variante Omicron.

Nel frattempo, il governo sembra essere cieco e sordo a questi fatti: Un nuovo decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri imporrà nuove restrizioni ai non vaccinati. I non vaccinati non sono però il problema, soprattutto perché diversi studi hanno evidenziato che i vaccinati hanno spesso una carica virale che potrebbe essere 251 volte superiore a quella di una persona infetta senza il vaccino.

Le nuove linee guida del governo, che sono attualmente in fase di recepimento nella legislazione formale, includono l'eliminazione della quarantena per i vaccinati da meno di quattro mesi e per i vaccinati con una "dose di richiamo".

Si prevede anche l'espansione del Super Green Pass (2G) a quasi tutti gli spazi pubblici: Trasporti pubblici, hotel, fiere, aree sciistiche e molte altre strutture per il tempo libero, mentre gli stadi sportivi non possono essere occupati da più del 50%.

- Quanto riportato non è necessariamente condiviso dagli amministratori di questo sito www.cospiratori.it -

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia