il leader bielorusso è "preparato" a schierare armi "super nucleari" contro l'occidente

Di Mac Slavo


Il leader di lunga data della Bielorussia Alexander Lukashenko ha affermato che se l'Occidente non smette di "attaccare" il suo paese e di cercare di estrometterlo dal potere, userà armi "super nucleari", ed è pronto a farlo.


La Bielorussia è pronta a schierare armi nucleari, nonché armi ancora più potenti e non specificate, per difendersi dalle minacce provenienti dall'Occidente. " In caso di emergenza, se i nostri nemici e oppositori intraprenderanno passi così stupidi e insensati, dispiegheremo non solo armi nucleari, ma anche potenziali supernucleari, per difendere il nostro territorio", ha affermato in un rapporto di RT. 


A proposito di un possibile trasferimento di potere nel Paese, il leader, in carica dal 1994, ha affermato:  “ se l'Occidente collettivo distoglierà lo sguardo dalla Bielorussia e non proverà a capovolgere le cose lì, come è successo nel 2020, allora tutto sarà lecito e completo, accadrà tutto prima di quanto vogliono. Se ci attaccano, come nel 2020, allora sarò un presidente eterno".


Il leader bielorusso, inoltre, non ha escluso la possibilità di riconoscere l'indipendenza della Repubblica popolare di Donetsk e della Repubblica popolare di Lugansk, autoproclamati stati separatisti nella regione orientale del Donbass dell'Ucraina, bloccati in un conflitto con le forze di Kiev dal 2014. La decisione sarebbe stato fatto insieme alla Russia, ha sottolineato, spiegando, "saremo d'accordo con il [presidente russo Vladimir] Putin su come agire nel migliore interesse di Russia e Bielorussia, ma sarà una decisione reciproca". – RT

 

Sebbene una guerra su vasta scala non sia ancora scoppiata, le tensioni continuano a salire. Lukashenko è stato accusato di aver imposto una dura repressione della polizia all'opposizione politica e ai media dopo le elezioni, costringendo molte figure e attivisti antigovernativi a fuggire dalla Bielorussia e chiudendo di fatto quasi tutti i media dell'opposizione. Come con tutti coloro che ottengono potere sugli altri, si corrompono e, alla fine, coloro che credono falsamente di avere il diritto di governare a causa della farsa che è la "democrazia" prenderanno ogni briciolo di libertà da coloro che sono percepiti come suoi schiavi.


La soluzione è non dare mai più potere al padrone. È per rimuovere e abolire la schiavitù. Finché non ci rendiamo conto che una tirannia non è il problema, e il fatto che c'è una “posizione” da occupare per quel tiranno, più saremo schiavi. La nostra convinzione che alcuni abbiano il diritto di governarci perché altri li hanno scelti per farlo è ciò che ci tiene schiavi. Finché non ci rendiamo conto che la libertà è il nostro primo e più importante diritto umano fondamentale è la libertà e nessuno ha il diritto di governare gli altri con la forza o in altro modo, rimarremo soggiogati e saremo minacciati da coloro a cui diamo volontariamente il potere.

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Link e materiale non pertinente sarà eliminato.

Nuova Vecchia