Sonda spaziale Voyager 1 produce "dati di telemetria anomali"

 

Gli ingegneri eseguono il debug a 160 bit al secondo, con 41 ore di latenza


Gli ingegneri della NASA stanno studiando dati di telemetria anomali prodotti dalla venerabile sonda spaziale Voyager 1.

Un annuncio di mercoledì afferma che la sonda funziona normalmente, riceve ed esegue comandi dalla Terra, fa ancora scienza e telefona a casa con i dati.

Ma il sistema di articolazione e controllo dell'assetto (AACS) della Voyager 1 - kit che aiuta a puntare l'antenna della sonda verso la Terra - attualmente non "riflette ciò che sta effettivamente accadendo a bordo".

La NASA afferma che i dati AACS "possono sembrare generati casualmente o non riflettono alcun possibile stato in cui potrebbe trovarsi l'AACS".

La buona notizia è che l'imbarcazione sta ancora andando bene. Non è necessario per entrare in modalità provvisoria e il suo segnale è ancora forte, quindi sembra che l'antenna principale sia allineata correttamente anche se i dati di sistema suggeriscono diversamente.

Gli ingegneri della NASA stanno ora cercando di eseguire il debug della sonda, una sfida formidabile poiché i dati fluiscono da Voyager a 160 bit al secondo e i segnali impiegano 20 ore e 33 minuti per raggiungere la sonda. Sì, ciò significa una latenza di andata e ritorno di 41 ore e sei minuti.

Se hai l'accesso necessario a pingVoyager 1 per testarlo, per favore non farlo. Lascia che la NASA faccia il suo lavoro in nome della scienza!


Per fortuna, la Voyager 1 ha sistemi di backup che la NASA può utilizzare per mantenere in vita la sonda e la storia recente suggerisce che ci sono buone possibilità che funzionino, come è successo nel 2017 quando l'imbarcazione ha sparato con successo propulsori che non usava dal 1980 . È anche possibile aggiornare il software di sistema per aggirare i problemi.

"Se c'è un modo per risolvere questo problema con l'AACS, il nostro team lo troverà", ha affermato Suzanne Dodd, project manager per Voyager 1 e 2 presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA.

Ma la NASA ha anche avvertito che la Voyager 1 ha ora 45 anni, ha ampiamente superato la sua vita lavorativa prevista e si trova ora nell'ambiente ad alta radiazione dello spazio interstellare. L'unica esperienza dell'umanità che opera lì è la Voyager, quindi non sappiamo molto di come la tecnologia degli anni '70 che trasportano resista a 23,3 miliardi di chilometri da casa.


fonte

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Link e materiale non pertinente sarà eliminato.

Nuova Vecchia