Acqua di mare dall'era glaciale

L'acqua di mare ha 20.000 anni
L'acqua di mare ha 20.000 anni
Ventimila anni fa, la vita sulla Terra era molto più interessante. Era la fine di un'era glaciale di 100.000 anni - chiamata anche Ultimo massimo glaciale - e gli enormi strati di ghiaccio coprivano gran parte del Nord America, del Nord Europa e dell'Asia. (Se fossero stati in giro in quel momento, New York City, Berlino e Pechino sarebbero stati tutti sepolti nel ghiaccio).

Gli scienziati sono abituati a studiare questo freddo periodo della storia terrestre guardando cose come fossili di coralli e sedimenti del fondale marino, ma ora un gruppo di ricercatori marinareschi potrebbe aver trovato un pezzo del passato che spazza via tutti gli altri dall'acqua: un campione reale di acqua di mare di 20.000 anni, spremuta da un'antica formazione rocciosa dall'Oceano Indiano.

Secondo i ricercatori, che hanno descritto il ritrovamento in uno studio pubblicato nel numero di luglio 2019 della rivista Geochimica et Cosmochimica Acta, questa scoperta rappresenta il primo residuo diretto dell'oceano come è apparso durante l'ultima glaciazione della Terra.

I ricercatori hanno trovato il loro premio acquoso mentre perforavano i campioni di sedimenti dai depositi di calcare sottomarini che compongono l'arcipelago delle Maldive nell'Asia meridionale. Dopo aver trasportato ogni nucleo sulla loro nave di ricerca, il team ha affettato la roccia come un tubetto di pasta per biscotti e ha messo i pezzi in una pressa idraulica che ha spremuto l'umidità residua dai pori.

La professoressa assistente Clara Blättler con una fiala di acqua di mare risalente all'ultima era glaciale - circa 20.000 anni fa.
La professoressa assistente Clara Blättler con una fiala di acqua di mare risalente all'ultima era glaciale - circa 20.000 anni fa.
Quando i ricercatori hanno testato la composizione di questi campioni di acqua fresca pressata a bordo della loro nave, sono stati sorpresi di scoprire che l'acqua era estremamente salata, molto più salata rispetto all'Oceano Indiano oggi. Hanno fatto più test sulla terra per osservare gli elementi specifici e gli isotopi (versioni di elementi) che costituivano l'acqua, e tutti i risultati sembravano fuori posto nell'oceano moderno.

In effetti, tutto ciò che riguardava questi campioni d'acqua indicava che provenivano da un periodo in cui l'oceano era significativamente più salato, più freddo e più clorurato - esattamente come si pensa sia stato durante l'Ultimo massimo glaciale, quando le lastre di ghiaccio risucchiavano l'acqua dell'oceano e cadevano livelli del mare a centinaia di piedi sotto i livelli attuali.

"Da tutte le indicazioni, sembra abbastanza chiaro che ora abbiamo un pezzo reale di questo oceano di 20.000 anni", ha detto in una dichiarazione l'autrice dello studio Clara Blättler, assistente professore di scienze geofisiche all'Università di Chicago.

Se questi risultati effettivamente trattengono l'acqua, i nuovi campioni forniscono il primo sguardo diretto su come l'oceano ha reagito alle oscillazioni geofisiche dell'ultima era glaciale. Questa comprensione potrebbe portare a modelli climatici migliorati per aiutare a capire il nostro mondo che cambia, ha detto Blättler, "ogni modello che costruisci del clima deve essere in grado di prevedere con precisione il passato".

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia