Barbanera e la sua infame nave pirata

Nave pirata in mare aperto al tramonto. Immagine rappresentativa della Queen Anne's Revenge
Nave pirata in mare aperto al tramonto. Immagine rappresentativa della Queen Anne's Revenge
"Così il nostro eroe, Capitano Teach, assunse il cognome BarbaNera, da quella grande quantità di peli, che, come uno spaventoso meteorite, copriva tutto il suo viso, e spaventò l'America più di ogni cometa che è apparsa lì da molto tempo. ” - Charles Johnson

La storia registra Barbanera come uno dei pirati più famosi; ma i suoi primi anni non erano così infami o ingloriosi. Edward Teach, l'uomo che in seguito sarebbe diventato il pirata noto come Barbanera, ebbe un'infanzia relativamente normale. Il suo stile di vita criminale a bordo della sua nave, la Queen Anne's Revenge, che lo portò alla fama più tardi nella vita, non fu alimentato dall'esposizione a un'educazione abbozzata.

Edward Teach diventa Barbanera

Edward era nato da una famiglia ben istruita e aristocratica che era in grado di leggere e scrivere, un'abilità che solo pochi potevano permettersi durante la sua vita. Edward era un giovane educato allo stesso modo che trascorse gran parte della sua infanzia affascinato dai racconti sulla caccia e sulle nuove esplorazioni del mondo.

Prima che Edward diventasse un pirata, era un corsaro nella guerra della regina Anna che durò dal 1702 al 1713. Questa guerra fu una delle numerose guerre combattute tra la Gran Bretagna e la Francia per il controllo del continente nordamericano. Entrambe le parti hanno brutalmente razziato l'un l'altro per terra e bottino durante la guerra ed è probabile che durante questo conflitto Edward sia rimasto affascinato dall'idea di impossessarsi di beni per accumulare la sua fortuna personale.

Capt. Teach alias BarbaNera "stampa colorata, incisa su rame, Oliver Payne 1736
Capt. Teach alias BarbaNera "stampa colorata, incisa su rame, Oliver Payne 1736
Dopo che questa guerra era finita, Edward ritornò alla vita civile - il che non era facile né avventuroso da parte di nessuno sforzo dell'immaginazione. Per un ragazzo che ha passato la maggior parte della sua gioventù a fantasticare sulla vita di un bucaniere, voleva di più da questa esperienza di privateering. Avrebbe ottenuto il suo desiderio nel 1716 quando incontrò un uomo con il nome del capitano Benjamin Hornigold. Edward divenne il pupillo di Hornigold, imparò l'abilità della pirateria da lui e prese il nome di Capitan Barbanera.

La Concorde diventa la Queen Anne's Revenge - Da nave schiavista a nave pirata

Barbanera era molto educabile a causa della sua educazione aristocratica, quindi non gli ci volle molto per assorbire tutta la conoscenza che Hornigold gli aveva impartito e acclimatarsi alla vita come un pirata. Barbanera prese la sua prima nave Betty nel settembre del 1717 e quasi un mese dopo prese le navi Robert e Good Intent. Verso la fine dello stesso anno, Barbanera puntò gli occhi su una nave schiava francese di nome La Concorde.

Queen Anne's Revenge e un'altra nave.
Queen Anne's Revenge e un'altra nave.
Tuttavia, Barbanera non era interessato al carico umano a bordo della nave. Era molto più interessato alla nave stessa perché le navi schiaviste erano molto più veloci e più affidabili della maggior parte delle navi in alto mare. Questo perché il carico trasportato era molto più "deperibile" e quindi doveva essere trasportato il più rapidamente possibile da un continente all'altro. Inoltre, queste navi erano solitamente ben armate perché il carico umano era così prezioso e doveva essere ben protetto per essere consegnato intatto per essere redditizio.

Barbanera credeva che una nave così formidabile come La Concorde gli avrebbe dato la ferocia necessaria per governare il mondo marittimo. Anzi, lo rendeva una forza da non sottovalutare, ma per rendere la nave ancor più feroce, la ingannò con molti altri cannoni, creò più spazio sul ponte e la chiamò Queen Anne's Revenge.

Barbanera in Fumo e Fiamma Frank E. Schoonover (1877-1972).

La nave amata da Barbanera - La Vendetta della Regina Anna

La nave di Barbanera era il suo prezioso possesso. Ha usato Queen Anne's Revenge per saccheggiare altre barche nei Caraibi. In uno dei suoi numerosi viaggi, incontrò il capitano Stede Bonnet, che sarebbe diventato il suo complice.

Insieme, questi due uomini insieme ad un equipaggio di quasi 300 altri pirati hanno terrorizzato la costa atlantica - impossessandosi di cibo, scorte, armi e qualsiasi cosa di valore che avrebbero potuto rubare. Uno di questi attacchi ha comportato il sequestro della nave passeggeri Crowley, in cui Barbanera ha chiesto un riscatto di materiale medico in cambio dei passeggeri. Una volta raggiunta questa impresa, ha continuato a navigare sull'Atlantico, alla ricerca di maggiori opportunità di sequestro di beni.

Illustrazione di Queen Anne's Revenge pubblicata nel 1736.
Illustrazione di Queen Anne's Revenge pubblicata nel 1736.
La Vendetta della Regina Anna e tutta la sua gloria furono di breve durata. Pochi mesi dopo essere stato sequestrato, la nave è stata messa a terra in quella che oggi è conosciuta come Beaufort Inlet. Si ritiene che anche questo non sia stato un incidente. David Herriot, testimone oculare ed ex capitano di un'altra nave che era anch'essa radicata, Adventure, credeva che Barbanera avrebbe potuto intenzionalmente radicare la nave per fare ciò per cui era famoso, allontanando compagni di viaggio.

Poco dopo che la nave fu messa a terra, Barbanera incontrò la sua morte per mano del tenente della Royal Navy Robert Maynard. Il tenente ha teso un'imboscata a Barbanera e al suo equipaggio, sparando cinque volte Barbanera e pugnalandolo quasi 20 volte. Tornò in Virginia per consegnare i pirati catturati e la testa mozzata di Barbanera al governatore Alexander Spotswood.

Capture of the Pirate, Barbanera, 1718 raffigurante la battaglia tra Barbanera il pirata e il tenente Maynard a Ocracoke Bay (Jean Leon Gerome Ferris).
Capture of the Pirate, Barbanera, 1718 raffigurante la battaglia tra Barbanera il pirata e il tenente Maynard a Ocracoke Bay (Jean Leon Gerome Ferris).

La nave del pirata trovata

Il 21 novembre 1996, un gruppo di cannoni e ancore è stato trovato su un banco di sabbia a Beaufort Inlet da un gruppo di ricerca della società di ricerca privata Intersal, Inc. Questo è nella zona in cui si pensa che Edward Teach di "Barbanera" abbia eseguito La Vendetta della Regina Anna si incagliò nel 1718. Dopo averla fondata, l'equipaggio, i rifornimenti e presumibilmente alcuni doni furono trasferiti su navi più piccole.
Illustrazione della perdita di Queen Anne's Revenge.
Dal momento del ritrovamento iniziale, decine di migliaia di manufatti sono stati recuperati dal sito sott'acqua, anche se questo numero è probabilmente un po 'gonfiato da grandi quantità di pallottole che sono state trovate. Alcuni dei reperti risalgono al XVIII secolo e comprendono tubi di cannone, una campana di bronzo del 1705, un peso sonoro, un barilotto di spigola inglese e due grandi ancore. Tutti questi hanno permesso una datazione del relitto.

Sebbene non sia stata trovata alcuna prova assoluta, dal momento che la Queen Anne's Revenge è l'unica grande corazzata conosciuta per essere stata persa in quella zona, è generalmente accettato che questo relitto sia della famosa nave pirata.

Altri oggetti trovati nel registro del relitto con la storia di Queen Anne's Revenge. Una buona quantità di attrezzature mediche è stata trovata, e questo si lega al blocco di Charles Town, South Carolina da Barbanera e gli altri pirati. Durante questo blocco, sono noti per aver tenuto passeggeri, tra cui diversi cittadini di spicco, a riscattare (sul Crowley) in cambio di forniture mediche. Questo era poco prima della messa a terra a Beaufort Inlet. Pertanto, i reperti trovati qui corrispondono alla storia e rafforzano la tesi secondo cui questo è il sito di Queen Anne's Revenge.

Altri reperti che sono stati trovati includono un'elsa della spada dorata, che potrebbe essere attribuita alla spada di Barbanera, e un corno di cuoio che potrebbe essere stato tenuto un tempo sulle labbra del famigerato pirata. La speculazione che circonda questi articoli è diffusa.

Beach Anne's Revenge. Pittura.
Anne's Revenge Spiaggiata. Pittura.
Recentemente, è emerso un caso legale che circonda le riprese e la documentazione fotografica del progetto di recupero della Regina Anna della vendetta del cineasta Frederick Allen e della sua ditta Nautilus Productions. Secondo la Reuters, "Allen e Nautilus hanno citato in giudizio la North Carolina in tribunale federale dopo che alcuni funzionari dello stato hanno utilizzato alcuni dei materiali documentari su YouTube e un sito web di agenzie statali. Lo stato ha anche approvato una legge che converte i materiali in documenti pubblici. "Il caso verrà ascoltato a ottobre.

Queen Anne's Revenge ed il tesoro dell'uomo morto

Sebbene la nave di Barbanera e la sua vita di pirateria fossero di breve durata, i racconti della sua vita e della sua vita nell'aldilà continuano a essere raccontati. Una leggenda che sopravvive fino ad oggi è che il fantasma di Barbanera infesta ancora le rive della Carolina del Nord sull'isola di Ocracoke vicino a Teach's Hole. Alcuni credono che il corpo fantasma di Barbanera nuoti nell'oceano vicino alla riva alla ricerca della sua testa.

E altri credono di poter sentire la voce di Barbanera durante le tempeste. Forse, nello stesso modo in cui Barbanera ha abbandonato il suo equipaggio come punizione per il loro ammutinamento e diserzione, il suo fantasma è abbandonato lungo le rive della Virginia e della Carolina del Nord sul petto del suo stesso morto - il relitto della Vendetta della Regina Anna.

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia