Dr Botta e il suo bizzarro incontro con gli alieni morti

 

Dr Botta e il suo bizzarro incontro con gli alieni morti

Ci sono numerosi racconti di persone che hanno affermato di essere state rapite da forze aliene al di là della nostra comprensione. A volte è facile cancellarne alcuni, ma ogni tanto ci sono quelli che sembrano provenire da fonti veramente credibili. Come testimone apparentemente affidabile, il dottor Enrique Caretenuto Botta ha credenziali impeccabili. Un ex pilota di guerra decorato, con una storia di istruzione e di ricerca in ingegneria aeronautica, era molto ricercato da molte aziende nella sua terra natale, il Venezuela. Nel 1950, l'allora quarantenne Botta lavorava in uno studio di ingegneria architettonica con sede a Caracas, che lo aveva mandato in viaggio d'affari in Argentina per lavorare su un ambizioso progetto di costruzione nella campagna di Buenos Aires. Per andare e tornare dal progetto, faceva il pendolare attraverso il rado paesaggio rurale al di fuori di quella che all'epoca era una piccola città di Bahía Blanca, e fu durante uno di questi viaggi che ebbe una bizzarra esperienza che avrebbe cambiato la sua vita per sempre.

Dr Botta e il suo bizzarro incontro con gli alieni morti

Il viaggio in macchina era tipicamente mondano, la zona era scarsamente abitata e non c'era molto da vedere oltre il parabrezza e l'ipnotizzante paesaggio ripetitivo rendeva facile perdersi nei propri pensieri. Eppure quella sera i suoi pensieri sarebbero stati disturbati da qualcosa di molto anomalo in un campo lungo la strada vuota davanti a lui. Sembrava essere una sorta di oggetto metallico a forma di disco che si trovava proprio sull'erba del campo, ed era un luogo così inaspettato che Botta rallentò e poi fermò il suo veicolo per dare un'occhiata più da vicino. Il suo primo pensiero fu che si trattasse in qualche modo di un aereo che era sceso per atterrare in quella distesa remota, ma man mano che si avvicinava poteva vedere che non era un normale elicottero o aereo. Quando la curiosità lo costrinse a scendere dall'auto e ad avvicinarsi, poté vedere che l'oggetto era fatto di un materiale molto strano che sembrava metallico, ma era in qualche modo spugnoso e "gommoso" al tatto. Dopo aver girato intorno alla cosa bizzarra per alcuni minuti e aver fatto scorrere la mano su questa strana superficie, Botta sostiene di essere arrivato a un'apertura. A questo punto era più curioso che spaventato, e ha deciso di entrare.


Una volta all'interno della misteriosa imbarcazione, avrebbe visto solo un semplice corridoio di metallo con una sola luce rossa lampeggiante in cima alla cupola sovrastante. Mentre proseguiva, quella luce rossa tremolante illuminava una stanza che aveva pannelli di controllo adornati con varie luci tintinnanti, manopole, contatori, pulsanti e interruttori, il tutto sospeso sopra una sfera trasparente, ma questa luce danzante delineava anche quello che sembrava essere un divano curvo con quattro posti a sedere. Botta si avvicinò con cautela finché le luci lampeggianti non gli rivelarono i contorni di quelle che sembravano essere tre piccole figure, alte quasi un metro e mezzo, sedute sui sedili, immobili. A questo punto Botta non poteva vederli chiaramente a causa della luce tremolante e del fatto che si trovava dietro di loro, così si avvicinò alle figure, chiedendosi chi potessero essere, e mentre lo faceva poté vedere che chiunque fossero erano vestiti con una specie di tuta grigia aderente. Botta li chiamò, ma non ottenne risposta, così cedette all'impulso irrefrenabile di allungare la mano e toccare la spalla di uno di loro. Quando lo fece, afferma che poteva sentire che il corpo era rigido, e che la loro pelle aveva una "consistenza carbonizzata". Sembrava che questi individui, chiunque o qualunque cosa fossero, fossero morti. Questo è stato sufficiente per colpire Botta con una scossa di paura che lo ha mandato a correre di nuovo fuori per entrare nella sua auto e scappare.

Dr Botta e il suo bizzarro incontro con gli alieni morti

Quando Botta tornò all'hotel in cui alloggiava, raccontò con entusiasmo a due dei suoi soci quello che era successo, e decisero di tornare là fuori la mattina dopo per controllare. Quando arrivarono, la strana imbarcazione non c'era più, e al suo posto c'era un grande mucchio di quella che sembrava essere cenere. Quando uno dei compagni di Botta ha toccato questa cenere, la sua mano è diventata prontamente viola con grande allarme dell'uomo, ed è allora che hanno visto uno strano spettacolo nel cielo sopra. Secondo Botta, c'erano tre oggetti non identificati lassù, due dischi e un oggetto più grande a forma di sigaro. Questi strani oggetti si libravano sopra di loro per alcuni minuti, prima di sembrare improvvisamente fondersi in uno solo, dopo di che questo singolo oggetto emanava una luce rossa e sfrecciava via a velocità mozzafiato per lasciarli lì ammutoliti. Botta avrebbe affermato che per diversi giorni dopo questo bizzarro incidente la mano del suo amico sarebbe rimasta viola nel punto in cui aveva toccato il mucchio di cenere, e che lui stesso era afflitto da febbre e vesciche inspiegabili e da quella che era come una scottatura sulla pelle. I medici erano presumibilmente incapaci di trovare qualsiasi causa razionale per questi sintomi fisici.  Il dottor Botta avrebbe tenuto per sé il bizzarro incidente per anni prima di raccontarlo ad un uomo di nome Horacio Gonzales G., che a sua volta lo passò al ricercatore di UFO Leon Stringfield, e il rapporto sarebbe apparso nel libro di Stringfield Situation Red.


È frustrante che questo sia il punto in cui si trova il caso. Un solo testimone, per quanto apparentemente affidabile, non sembra essere sufficiente al giorno d'oggi. Ci rimane da chiedersi: cosa gli è successo là fuori? Cosa erano quelle creature che ha visto, ed erano davvero morte? I loro amici sono forse venuti a recuperarli, e forse è questo che Botta e i suoi amici hanno visto? Come sono finiti morti, tanto per cominciare? Cos'era il mucchio di cenere che si è lasciato dietro? È successo qualcosa di tutto questo, in qualche modo? È un racconto piuttosto inquietante e spettrale, e come molti altri simili non ci sono vere risposte.

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia