La tossicità dei test rapidi per Covid-19, il caso di Amburgo

La tossicità dei test rapidi per Covid-19, il caso di Amburgo


I test rapidi nelle scuole di Amburgo contengono un liquido tossico - gli studenti li usano senza protezione


In risposta alle critiche sui test rapidi nelle scuole per quanto riguarda la loro incertezza e la possibilità di far salire le cifre dell'incidenza, c'è ora un altro problema. I test rapidi che contengono un liquido altamente tossico sono usati ad Amburgo. Se usato correttamente, "si dice" che sia innocuo.


Liquido tossico - Amburgo non userà più i controversi test rapidi nelle scuole in futuro


Amburgo ha ordinato più di due milioni di test rapidi da un fornitore coreano, specialmente per l'uso nelle scuole. Secondo la ricerca di WELT, questi contengono una sostanza chimica tossica e vengono utilizzati senza misure di protezione. Ora la città sta tirando il freno di emergenza.


La città di Amburgo non userà in futuro i kit di test della marca coreana SD Biosensor (Sars-CoV-2 Rapid Antigen Test) nella forma precedente nelle scuole. Il liquido di questi test, di cui sono stati acquistati circa 2.089.000 kit di test, contiene una sostanza chimica del gruppo octyl/nonylphenylethoxylate - ma questa sostanza è classificata come una sostanza molto preoccupante (SVHC) nell'Unione Europea, può causare irritazione della pelle e gravi lesioni agli occhi.


Il consiglio scolastico difende il suo uso attuale, ma il portavoce del consiglio scolastico Peter Albrecht dice anche: "Con le prossime forniture, sarà usato un kit di test che elimina anche questo rischio minimo".


Due milioni di test da parte del venditore

A partire dall'inizio di aprile, la città di Amburgo ha acquistato sei milioni di test rapidi laici da usare negli uffici governativi, nelle scuole e negli asili, per un costo lordo di 9.896.040 euro. Quasi due milioni di kit di test provengono dal fornitore coreano SD Biosensor, i test sono distribuiti da Roche e sono utilizzati anche nelle scuole di Amburgo. Gli alunni usano questi test in modo indipendente sotto la supervisione degli insegnanti.


L'Agenzia europea per le sostanze chimiche dell'UE afferma che l'agente contenuto appartiene alla famiglia degli octyl/nonylphenylethoxylates: La sostanza è "molto tossica" e può "causare gravi lesioni agli occhi" e "irritazioni della pelle". Nel foglietto illustrativo, alla voce Prevenzione P280 per l'attuazione si dice: "Guanti/protezione degli occhi/occhiali protettivi" devono essere indossati. La "P" sta per "Precautionary Statements"(Dichiarazione Precauzionale), che è un requisito di sicurezza dell'UE. Ma nelle scuole di Amburgo, i bambini usano questi test completamente senza misure di protezione, hanno detto i rappresentanti dei genitori a WELT. Anche i bambini in età prescolare dovrebbero usare questo test...


"Solo per uso di terzi"

Tuttavia, le istruzioni di sicurezza si applicherebbero solo ai tamponi nasali professionali di terzi. "Se terzi eseguono i test (e solo allora), è necessario indossare un abbigliamento protettivo adeguato". Questo servirebbe a proteggere i terzi dall'infezione attraverso il contatto con i materiali di prova.


Tuttavia, poiché i test non vengono eseguiti da terzi, ma vengono utilizzati esclusivamente come auto-test, questo passo viene omesso. Quando i bambini si autotestano, "nessuno di loro deve indossare occhiali protettivi o qualcosa del genere".


Nessun infortunio finora

In risposta a una domanda di WELT, il fornitore Roche spiega che la sostanza chimica in questione è un componente della soluzione tampone, che a sua volta viene fornita sigillata in un tubo pre-fatto e sigillato. Il tampone non lo contiene. Pertanto, il contatto diretto con la mucosa nasale è escluso. "Quando il test è usato correttamente secondo le istruzioni per l'uso, l'utente non ha contatto con la soluzione tampone in nessun momento", ha detto un portavoce.


"Pertanto, le misure preventive elencate al punto P280 non sono obbligatorie se il test è utilizzato correttamente e rigorosamente secondo le istruzioni per l'uso". Tuttavia, è stato raccomandato di usarlo solo sotto la supervisione di un adulto.


Il dipartimento della salute ha confermato che il liquido reagente conteneva una sostanza tossica. "Ma non è qualcosa con cui si entra in contatto fisico", ha detto il portavoce dell'autorità Martin Helfrich. Solo il tampone viene immerso nel liquido dopo aver preso il campione dal naso, ha detto. Finora, secondo le informazioni di WELT, non si sono verificati infortuni in classe con i test.


In alcune scuole, il test non è già più utilizzato

Tuttavia, ci sono altri autotest per profani che non contengono questa sostanza. Perché questi non sono stati ordinati al loro posto? Il consiglio scolastico ha detto che non c'erano "autotest alternativi disponibili in quantità sufficiente" al momento. Il portavoce Peter Albrecht ha anche sottolineato: "L'utente di solito non entra affatto in contatto con il liquido del test, e certamente non lo beve". Tuttavia, la città decide ora di cambiare rotta.


In alcune scuole colpite, come la scuola distrettuale Rissen, il test non è già più utilizzato dopo l'inchiesta WELT. La fornitura diretta di tutte le scuole della città anseatica è stata nel frattempo assunta dal produttore Lhyer, ha detto un portavoce dell'autorità scolastica.


Sabine Boeddinghaus, esperta scolastica del Partito della Sinistra, ha detto: "Questi test pericolosi non avrebbero mai dovuto essere usati! È vero che le scuole sono state parzialmente aperte, ma la salvaguardia con una strategia di test di accompagnamento proprio non poteva essere garantita". Ha chiesto ulteriori chiarimenti alle autorità.


In risposta a una domanda del Partito della Sinistra, il Senato aveva recentemente risposto che i test utilizzati nelle scuole "sono facili da eseguire e possono essere utilizzati in modo sicuro anche dagli alunni delle scuole elementari".


Birgit Stöver, l'esperta di scuola della CDU, ha detto a WELT: "Gli autotest sono sviluppati in modo che, se usati correttamente, non ne derivi alcun pericolo (il contatto con la pelle e gli occhi non è previsto e deve essere evitato)." La CDU aveva chiesto che gli insegnanti fossero dotati di personale addestrato e medico per evitare pericoli.


Questa richiesta non è stata soddisfatta dal consiglio scolastico, ha detto Stöver. "Il consiglio scolastico deve ora fornire chiarimenti e non deve più utilizzare il relativo test rapido".


Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia