La tragedia del lago Nyos

La tragedia del lago Nyos

I disastri naturali arrivano in molte forme.  Dai tornado, agli uragani, alle eruzioni vulcaniche e tutto il resto, Madre Natura ha molti modi per scatenare la sua furia sull'umanità.  La maggior parte dei tipi di disastri naturali sono accompagnati da almeno una sorta di avvertimento.  Per esempio, le brutte tempeste possono far presagire un tornado, e gli uragani possono essere previsti con giorni di anticipo.


Tuttavia, c'è un sottoinsieme di disastri che si verifica con poco o nessun avvertimento.  È silenzioso, invisibile e mortale.  Un tale evento è accaduto nei dintorni del lago Nyos in Camerun, Africa, il 21 agosto 1986, quando il lago ha rilasciato una nuvola mortale di CO2 che ha ucciso oltre 1700 persone.


Il lago Nyos si trova nel cratere di un vulcano estinto.  I suoi livelli inferiori sono ricchi di CO2 che sale dai resti del vulcano.  Questo in genere non era un problema, poiché le acque più pesanti degli strati superficiali mantenevano le acque profonde ricche di gas sotto una pressione sufficiente a mantenerle in soluzione.  Tuttavia, nei giorni precedenti la tragedia, c'era stata molta pioggia.  Quest'acqua più fredda era più densa dell'acqua più calda del lago, ed essenzialmente ha rovesciato gli strati superiori del lago, essenzialmente capovolgendo gli strati superiori e inferiori del lago.  Questo ha fatto sì che gli strati inferiori ricchi di anidride carbonica salissero in superficie e rilasciassero il gas mortale tutto in una volta.

La tragedia del lago Nyos


La nube gassosa ha rapidamente inondato le rive del lago e ha viaggiato rapidamente a valle verso i villaggi circostanti, dove le persone addormentate a letto sono state soffocate senza nemmeno sapere cosa fosse successo.  Quelli che erano svegli si ritrovarono deboli e disorientati.  Circa 1700 persone, 3000 capi di bestiame e innumerevoli animali selvatici morirono nel tragico evento.


In questi giorni, il lago Nyos è tranquillo.  Gli scienziati francesi hanno installato dei tubi di plastica sul fondo del lago per sfogare lentamente i gas mortali che si accumulano nelle profondità.  Questo ha cambiato il lago dal suo precedente colore blu incontaminato a un rosso ruggine, ma questo è un piccolo prezzo da pagare per evitare che la tragedia del 1986 si ripeta.

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia