Italia in rivolta, 16 Ottobre 2021 attese vittime da strumentalizzare

 

Italia in rivolta, 16 Ottobre 2021 attese vittime da strumentalizzare

Quanto segue sono opinioni fantasiose senza troppe basi nella realtà, ogni riferimento storico oppure a fatti di attualità è casuale oppure utilizzato per rendere più comprensibile la fantasia. Quando mi sveglierò sarà stato solo un brutto incubo, ma fino ad allora preferisco continuare ad essere giusto.

15 Ottobre 2021 è cominciata la resistenza del popolo Italiano contro il più violento attacco alla Costituzione ed i Diritti Umani.

Proteste in tutte le piazze d'Italia, tra grandi, medie e piccole città sono tutti uniti per non piegarsi alla violazione dell'articolo 1 (e molti altri) delle Costituzione:

A partecipare alle proteste si sono uniti anche molti lavoratori in possesso della certificazione, chi per solidarietà nei confronti dei colleghi e chi perché si è reso conto di come questa degenerazione autoritaria stia portando alla distruzione il nostro Paese e negando un futuro ai nostri Figli.

Se le manifestazioni di oggi non riusciranno a risvegliare la maggior parte del popolo italiano allora sicuramente la giornata di domani 16 Ottobre 2021 lo sarà.

Domani 16 Ottobre 2021 il Mondo sarà scioccato da quello che avverrà nel "bel paese" e sarà tutto "voluto".

In risposta all'assalto nei confronti della sede di CGIL è stata decisa una manifestazione contro il fascismo; sembra incredibile eppure dopo quasi due anni di assurda repressione del mondo del lavoro e della vita sociale, molti sindacati e partiti politici si sentono in dovere di organizzare una manifestazione per condannare il fascismo, cioè qualcosa che non ha la minima influenza nel nostro paese oltre ad un paio di teste calde usate per criminalizzare le proteste dei lavoratori nella giornata di Sabato 9 Ottobre 2021.

Mentre nella mattinata di oggi sono confermati i blocchi ai porti di Ancona, Trieste e Genova anche il settore del trasporto pubblico sta creando grossi disagi, è inevitabile che in un clima del genere i prezzi potranno solo lievitare, ma non è per questo che gli italiani arriveranno ad invidiare la situazione in Libano.

Le proteste di oggi saranno usate per alimentare un clima di odio tra i vaccinati possessori di green pass, per intenderci quelli che si sono sottoposti ad un trattamento sanitario per paura o per avere dei privilegi rispetto agli altri che li considerano ancora dei diritti conquistati nei secoli e con sacrifici di chi ci ha preceduto. 



Ma incolpare i NO GREEN PASS, e quindi i cittadini consapevoli dei loro diritti, della crisi economica in arrivo non può bastare, allora perché non organizzare una manifestazione PRO GREEN PASS spacciandola per anti-fascista questo sabato nelle stesse piazze dove da mesi il popolo italiano protesta contro le restrizioni covid. Domani da una parte la manifestazione principalmente a Roma dei NO PASS per riavere dei diritti sotto forma di privilegi avrà una partecipazione incredibile ed ovviamente ostacolata dalle forze dell'ordine anche con vigorosa violenza, dall'altra parte una manifestazione difesa dalle forze dell'ordine con un'imbarazzante carenza di partecipazione, ma non avrà importanza. L'importante sarà che pochi infiltrati facciano il loro lavoro, come successo lo scorso sabato, e poi la tragedia pronta per essere sfruttata per rendere i No Green Pass dei pericolosi criminali NO VAX con relativa spinta verso la vaccinazione obbligatori per COVID-19.

Questo non avverrà nei prossimi giorni, ci aspetta il solito teatro mediatico, i popolo va influenzato senza via di scampo, tra chi penserà che un no-vax è portatore di virus mortali a chi arriverà a credere che i no-vax sono la causa di tutto, un po' come tra il popolo "giustamente ignorante" si spargevano voci su ebrei che mangiavano bambini, quel tanto di inventiva per giustificare anche tra i più riluttanti ogni atto ignobile avvenuto.

La storia insegna ma l'uomo non è presente

In un clima socio-economico disastroso sarà proposta la soluzione finale per gli infetti che non permettono al Paese di ripartire seguendo le linee guida del nuovo ordine mondiale. Ovviamente gli infetti saranno quelli non vaccinati e costretti a sottoporsi a tamponi invasivi; poi ovviamente anche i vaccinati si ammaleranno, ma essendo vaccinati avranno il privilegio di un banale raffreddore o comune influenza. Finalmente si potranno sfruttare i campi Covid costruiti in ogni regione.

E' facile credere che in questi campi si consumeranno orribili crimini perché la storia ci insegna che l'ignoranza umana porta a crudeltà e violenza inimmaginabile, possiamo sperare solo che questa volta riusciremo a trovare una soluzione prima che la situazione degeneri e vengano uccise miliardi di persone.

Non iniziò con le camere a gas. Non iniziò con i forni crematori. Non iniziò con i campi di concentramento e di sterminio. Non iniziò con i 6 milioni di ebrei che persero la vita. E non iniziò nemmeno con gli altri 10 milioni di persone morte (...).

Iniziò con i politici che dividevano le persone tra “noi” e “loro”. Iniziò con i discorsi di odio e di intolleranza, nelle piazze e attraverso i mezzi di comunicazione. Iniziò con promesse e propaganda, volte solo all'aumento del consenso. Iniziò con le leggi che distinguevano le persone in base alla “razza” e al colore della pelle. Iniziò con i bambini espulsi da scuola, perché figli di persone di un’altra religione. Iniziò con le persone private dei loro beni, dei loro affetti, delle loro case, della loro dignità. Iniziò con la schedatura degli intellettuali. Iniziò con la ghettizzazione e con la deportazione.

Iniziò quando la gente smise di preoccuparsene, quando la gente divenne insensibile, obbediente e cieca, con la convinzione che tutto questo fosse “normale”.

- Primo Levi

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia