Fabienne Schlumpf, maratoneta olimpica di 31 anni, la vaccinazione di richiamo (teza dose) le causa miocardite, carriera finita

 

Fabienne Schlumpf, maratoneta olimpica di 31 anni, la vaccinazione di richiamo (teza dose) le causa miocardite, carriera finita

Alla detentrice del record svizzero di maratona e atleta olimpica Fabienne Schlumpf è stata diagnosticata una miocardite poco dopo essere stata vaccinata con il richiamo COVID-19.


Schlumpf, che è arrivata dodicesima nella gara di maratona ai recenti giochi olimpici di Tokyo, non potrà più gareggiare nel prossimo futuro.


Il corridore ha reso pubblica la notizia giovedì, scrivendo in un post su Instagram.


-Purtroppo, al momento sono rallentato da un'infiammazione del muscolo cardiaco. Non è sicuramente un momento facile ma non mi arrendo👊🏽.

Spero di potermi allenare di nuovo presto ed inseguire i miei obiettivi (e gli avversari). -


La 31enne si sentiva "affaticata" nella vita di tutti i giorni e dopo che la sua frequenza cardiaca è salita alle stelle durante una facile corsa di resistenza il mese scorso, ha cercato un medico che le ha diagnosticato una miocardite.


L'esperta corridore aveva pianificato di andare in un campo di allenamento in Portogallo all'inizio di quest'anno, ma questo è stato cancellato dopo la sua diagnosi.


"Nessuno può dire per quanto tempo dovrò mettere in pausa la mia carriera".


Schlumpf ha confermato a un giornale svizzero di essere stata vaccinata tre volte e di non aver avuto la COVID.

Schlumpf ha confermato a un giornale svizzero di essere stata vaccinata tre volte e di non aver avuto la COVID.

 Schlumpf, che è specializzata nei 3000 metri di corsa a ostacoli, ha vinto la medaglia d'argento ai campionati europei 2018.
Il suo record personale è di 9:37.81 ed è anche l'attuale record nazionale svizzero.

Per futuri aggiornamenti: thecovidworld

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia