Gli Stati Uniti chiudono il caso contro le guardie carcerarie di Jeffrey Epstein

 

Gli Stati Uniti chiudono il caso contro le guardie carcerarie di Jeffrey Epstein

I procuratori statunitensi hanno deciso di porre fine al loro processo penale contro due guardie carcerarie di Manhattan che hanno ammesso di aver falsificato i registri la notte in cui il finanziere Jeffrey Epstein si è ucciso sotto i loro occhi.


In un deposito di giovedì nella corte federale di Manhattan, i pubblici ministeri hanno chiesto a un giudice di respingere le accuse contro Tova Noel e Michael Thomas, dopo che entrambi hanno rispettato gli accordi di sei mesi di differimento dell'azione penale che hanno accettato a maggio.


Epstein è stato trovato morto nella sua cella al Metropolitan Correctional Center il 10 agosto 2019, mentre era in attesa del processo per traffico di sesso, in quello che il medico legale di New York City ha definito un suicidio.


Noel e Thomas sono stati accusati di essersi addormentati e di aver navigato su internet quella notte piuttosto che controllare Epstein ogni 30 minuti.


Entrambi hanno ammesso di aver "volontariamente e consapevolmente" falsificato le registrazioni per far sembrare che stavano monitorando Epstein correttamente.


I loro accordi di differimento dell'azione penale richiedevano che ognuno di loro svolgesse 100 ore di servizio alla comunità e cooperasse con una sonda federale derivante dalla morte di Epstein.


William Barr, il procuratore generale degli Stati Uniti all'epoca, era arrabbiato per il fatto che un detenuto di così alto profilo fosse in grado di uccidersi mentre era in custodia federale.


Epstein era stato messo sotto sorveglianza per suicidio il mese prima di morire.


L'avvocato di Thomas, Montell Figgins, ha detto che il suo cliente era contento dell'archiviazione e non vedeva l'ora di lasciarsi la questione alle spalle. Gli avvocati di Noel non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento.


La socia di lunga data di Epstein, la socialite britannica Ghislaine Maxwell, è stata condannata per aver aiutato a reclutare e preparare ragazze minorenni di cui Epstein (ed altri clienti) ha abusato per almeno un decennio (più probabile che siano almeno 30 anni).


Ci si aspetta che la Maxwell faccia appello alla sua condanna.


fonte

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia