Il piano generale dietro la crisi Covid. Scoprire la narrativa Corona

 

Il piano generale dietro la crisi del Covid. Scoprire la narrativa Corona

Questa è la trascrizione tradotta di una presentazione intitolata 'Uncovering the Corona Narrative' dell'autore e giornalista tedesco Ernst Wolff, che ha tenuto alla fine di agosto.


Poteva essere vista qui in originale, purtroppo è stato rimosso, se qualcuno avesse un link funzionante può inserirlo nei commenti.


Wolff è un autore e giornalista tedesco il cui obiettivo a lungo termine di critica è stato il sistema finanziario e monetario globale, in particolare il ruolo del FMI, la Banca Mondiale, la Federal Reserve, il sistema di Bretton Woods e il denaro fiat mondiale. https://www.investopedia.com/terms/f/fiatmoney.asp


Qui dettaglia la crisi economica e sanitaria globale che si sta sviluppando a causa dei blocchi Covid-19 e affronta la questione di chi ha interesse in questa agenda distruttiva.


Il presidente americano Franklin Delano Roosevelt una volta disse: 'Nulla accade accidentalmente in politica e quando qualcosa accade, si può scommettere che è stato esattamente pianificato in quel modo'.


Quando si guarda a quello che è successo nell'ultimo anno e mezzo, queste parole sono particolarmente allarmanti.


È davvero possibile che tutto quello che abbiamo vissuto sia stato pianificato? Dirò subito una cosa: Non posso produrre alcuna prova di un tale piano sotto forma di documenti verificati, ma dopo aver studiato questo argomento in dettaglio per 18 mesi, devo dire che c'è un numero impressionante di segni e indicazioni che puntano esattamente in questa direzione.


È di questo e delle sue conseguenze che voglio parlare oggi.


La situazione attuale in cui ci troviamo è unica nella storia dell'umanità. Mai prima d'ora il mondo intero è stato gettato sotto il dominio di questo tipo di regime coercitivo come ora nella nostra epoca. E mai sono state prese così tante misure che a prima vista appaiono incomprensibili, in parte così insensate, e in molti casi così contraddittorie.


Ufficialmente si tratta della più grave crisi sanitaria a memoria d'uomo, ma le misure adottate per contrastarla non hanno migliorato la situazione ma l'hanno continuamente peggiorata.


Ogni medico oggi può confermare che lo stato di salute delle persone, la maggioranza delle persone, è peggiore di prima della crisi, e anche dal punto di vista di coloro che hanno ordinato le misure, siamo di fronte a un disastro.


La presunta minacciosa quarta ondata, e l'annuncio della necessità della terza, quarta e quinta vaccinazione dimostrano che lo scopo delle misure fino ad ora, cioè prevenire la malattia, è completamente fallito.


Ma questo non è di gran lunga tutto. Come conseguenza delle chiusure fino ad ora abbiamo una grave crisi economica globale da gestire. La produzione mondiale è in pieno disordine. La logistica globale è a terra, le catene di rifornimento sono rotte, i raccolti vengono persi, ci sono colli di bottiglia nell'approvvigionamento alimentare, e in cima a questo una scarsità per una grande parte dell'economia di semiconduttori essenziali.


Ma stiamo anche vedendo che i problemi non vengono affrontati e risolti, ma moltiplicati e ingranditi attraverso l'applicazione di ulteriori misure e la costante minaccia di nuove restrizioni.


L'esempio più recente: in Cina un terminal merci del porto, il terzo più grande del mondo, è stato chiuso a causa di un singolo test positivo di un lavoratore del posto. O prendete la Nuova Zelanda, dove in tutta serietà durante la scorsa settimana, cinque milioni di persone sono state messe in isolamento per tre giorni perché un singolo 58enne ha avuto un test positivo.


Un'altra crisi sta colpendo il settore delle piccole e medie imprese, che è quello che fornisce più posti di lavoro in tutto il mondo, e inoltre fornisce la maggior parte delle entrate fiscali. Il Mittelstand [settore della piccola-media industria] viene spinto di settimana in settimana sempre più al muro dall'incessante incertezza e dai nuovi regolamenti, e non è mai stato bloccato in una crisi così profonda come oggi.


Ma questo non è tutto. Attualmente stiamo vivendo un'inflazione mondiale brutalmente crescente, specialmente per le materie prime, per i prezzi alla produzione e per i prodotti alimentari.


Ma anche qui, non si fa nulla per alleviare la situazione, ma piuttosto il contrario. L'inondazione di stampa di denaro continua e sarà ulteriormente aumentata. I paesi e le banche centrali, dall'inizio della crisi, hanno immesso quasi 20 trilioni di dollari nel sistema monetario mondiale, senza alcuna fine in vista! E il Fondo Monetario Internazionale, come la più potente organizzazione finanziaria del mondo, darà il prossimo lunedì con 650 miliardi di dollari, la più grande quantità di sempre della sua stessa moneta, sotto diritti speciali di prelievo.


E la situazione nella società non è migliore. Solo un esempio: negli Stati Uniti, l'economia più forte del mondo, quasi quattro milioni di persone sono minacciate di sfratto perché non possono pagare l'affitto o non possono coprire le spese del mutuo. E più di dieci volte tanto negli Stati Uniti - si noti nel paese più ricco del mondo - non sono in grado di nutrirsi con il proprio reddito.


E questo, che la distruzione intenzionale dell'economia e l'inflazione crescente non sono riusciti a realizzare, i politici sono riusciti a farlo. Una frattura della popolazione a livello nazionale come non si era mai vista prima.


E ora, come coronamento di tutto questo, le misure viziose, il cambio premeditato del potere in Afghanistan gestito dagli Stati Uniti. Lì, ai Talebani è stato deliberatamente consegnato materiale militare per un valore di 20 miliardi di dollari - una forza aerea completa, con undici basi d'appoggio disponibili per l'uso, che con assoluta certezza causerà la prossima enorme ondata di rifugiati.


Perché questo, ci si chiede? Perché sono state prese misure mondiali che hanno causato un disastro dopo l'altro, e hanno spinto la maggior parte dell'umanità più a fondo verso l'abisso, invece di sollevarla dalla sua miseria?


Per rispondere a questa domanda, bisogna porsi altre due domande, e cioè:


Chi ha interesse in questa agenda globale? e


Chi ne trae profitto?


La risposta ad entrambe le domande è chiara.


Il più grande profittatore della crisi attuale, e il più importante tiratore di corde dietro le quinte, è il complesso digitale-finanziario. Quindi una specie di comunità di interessi speciali, con a capo le più grandi corporazioni informatiche e i più grandi gestori di patrimoni del nostro tempo. Le più grandi imprese informatiche includono Apple, la società madre di Google Alphabet, Amazon, Microsoft e Facebook.


La capitalizzazione di mercato di queste cinque società da sole ammonta attualmente a un incredibile 9,1 trilioni di dollari. Per fare un confronto, il PIL lordo di Germania, Francia e Italia è di 8,6 trilioni di dollari. Insieme a queste imprese digitali abbiamo anche i grandi gestori patrimoniali, cioè BlackRock, Vanguard, State Street e Fidelity.


Sono significativamente coinvolti in tutte le aziende IT, e non solo questo, queste quattro aziende da sole, attualmente gestiscono un totale di 220,6 trilioni di dollari. Di nuovo, per confronto, il PIL di tutte le 28 nazioni dell'UE l'anno scorso ammontava a 15,7 trilioni di dollari.


Ma non è solo il mostruoso peso finanziario di queste imprese che rende il complesso digitale-finanziario così potente. Prendiamo prima le corporazioni IT. Non solo hanno un potere enorme, ma controllano anche centinaia di migliaia di altre imprese, perché organizzano i sistemi digitali di queste altre imprese, e in questo modo hanno una visione costante dei loro flussi di dati.


L'industria informatica non è altro che un tumore che, nel corso degli ultimi anni, è andato in metastasi in tutti gli altri rami dell'economia per renderli dipendenti e nel frattempo dominarli completamente. E non è diverso con gli asset manager. Sono coinvolti in ogni grande azienda del mondo, e in grado di influenzare ogni marchio popolare del mondo.


Il più grande di loro, BlackRock, fornisce il sistema di analisi dei dati 'Aladdin Data Cloud', vecchio di più di 40 anni, il più grande fondo e informazione finanziaria che il mondo abbia mai visto. E sullo sfondo, BlackRock usa questa conoscenza per consigliare le più grandi banche centrali del mondo, la Federal Reserve e la EZB [Banca Centrale Europea].


Attraverso l'enorme vantaggio informativo che ha BlackRock, è molto chiaro chi dipende da chi.


Quindi questo ha a che fare con un mix storico unico di potere finanziario grezzo e il potere discrezionale su un inimmaginabile enorme pool di dati. Questa combinazione ha permesso a queste società di fare una ripresa degli affari dall'inizio della crisi come mai prima. E non solo, il loro vantaggio sta accelerando continuamente.


Solo nel trimestre precedente di quest'anno - aprile, maggio e giugno - queste aziende hanno realizzato i più grandi profitti di tutta la loro storia. E anche alla luce di questi fatti, non resta molto all'immaginazione.


E per arrivare alla conclusione, è questo complesso digitale-finanziario che è un centro di potere globale che guida tutto.


Il complesso digitale-finanziario sta molto al di sopra di tutti i governi, ed è pronto in ogni momento a mettere in ginocchio ogni gabinetto governativo del mondo e renderlo conforme.


Ci si deve però interrogare ancora di più sui metodi introdotti dal complesso digitale-finanziario dall'inizio della crisi, perché sembra quasi che stia minando il sistema stesso di cui beneficia. Ecco alcuni esempi. Se il complesso digitale-finanziario distrugge le piccole-medie imprese, allora in realtà sta distruggendo il suo stesso sostentamento perché, come abbiamo appena sentito, il settore delle piccole-medie imprese [Mittelstand] paga la maggior parte delle entrate fiscali e crea la maggior parte dei posti di lavoro.


E quando l'inflazione aumenta, questo danneggia anche il complesso digitale-finanziario, e quando distrugge la pace sociale attraverso l'aumento della disuguaglianza, allora distrugge anche coloro da cui fa affari.


Tutte queste sono obiezioni valide, ma mancano la realtà. Vale a dire, è così che funziona. Il complesso digitale-finanziario non ha altra scelta che fare quello che fa attualmente. Quello che stiamo vivendo attualmente non è qualcosa che è un'agenda scritta e formulata, con la quale accumulerà ancora più soldi e potere, e poi si siederà a godere dei frutti del suo lavoro.


Quello che stiamo vivendo in questo momento è un gigantesco atto di disperazione, probabilmente il più grande che sia mai avvenuto in tutta la storia dell'umanità. La causa di questo atto di disperazione è che il sistema a cui il sistema digitale-finanziario deve la sua esistenza non può più essere mantenuto in vita con il precedente modello di business.


È stato molto vicino alla sua fine già durante la crisi finanziaria mondiale del 2007-8. Se i governi di allora non avessero mobilitato enormi quantità di denaro fiscale, e le banche centrali non avessero ordinato di creare dal nulla una marea di denaro, il sistema sarebbe crollato lì per lì.


Ma la salvezza era solo temporanea. Le quantità di denaro dovettero essere continuamente aumentate per un periodo di 12 anni, e i tassi di interesse dovettero essere ridotti più volte. Così il sistema fu reso sempre più instabile. A lungo termine questo non poteva andare bene. E l'anno scorso si è arrivati al punto che il prossimo crollo era minacciato. E questo crollo è stato rimandato attraverso un'ultima prova di forza, cioè la riduzione dei tassi di interesse a zero, e l'iniezione di miliardi e miliardi per un'ultima volta.


Con questo, però, si è creata una situazione qualitativamente nuova. Un ulteriore rinvio richiederebbe che i tassi d'interesse scendessero a meno, e questo distruggerebbe le fondamenta dell'attuale sistema bancario. Le banche non possono operare a lungo termine con tassi d'interesse negativi. Questo significa che un ulteriore rinvio con l'approccio usato in precedenza non sarà possibile.


Nella situazione attuale si possono iniettare miliardi e miliardi nel sistema al massimo un'altra volta. Tuttavia, con il risultato che il tasso d'inflazione, già in forte crescita, si surriscalderà ulteriormente e sarà spinto in iper-inflazione.


La situazione in cui si trova il complesso digitale-finanziario è tra le alternative di, da una parte il collasso finale, e dall'altra l'iper-inflazione. Quindi, la perdita totale di valore del denaro. Questo significa, storicamente, che siamo arrivati a un punto in cui il complesso digitale-finanziario, nel quadro del sistema esistente, ha ancora solo la scelta tra due diverse forme di collasso.


Quindi cosa possono fare?


Molto chiaramente, in questa situazione, hanno scelto di installare un nuovo sistema e una doppia strategia. Da un lato, sullo sfondo e lontano dalla vista pubblica, stanno preparando un nuovo sistema. E dall'altro lato, stanno usando la fase finale dell'attuale sistema morente per saccheggiarlo con tutti i trucchi a loro disposizione. Questo è esattamente ciò che abbiamo visto dal marzo 2020.


La distruzione abbastanza deliberata e premeditata dell'economia mondiale per l'espansione esclusiva del complesso digitale-finanziario, con la preparazione simultanea tramite le banche centrali di un nuovo sistema, e in collaborazione con le corporazioni informatiche. E sappiamo già come sarà questo sistema.


Si tratta della completa eliminazione del contante e delle banche nella loro forma precedente, e l'introduzione del denaro digitale delle banche centrali.


L'obiettivo finale, come sembra, è che tutti noi avremo solo un unico conto attraverso il quale passeranno tutte le transazioni. E questo conto non risiederà in una banca commerciale/di strada, ma presso la banca centrale.


Lo sfondo di questo piano è il seguente: il denaro digitale della banca centrale è programmabile, e poiché le banche centrali possono creare denaro illimitato dal nulla, si può effettivamente operare in questo modo con tassi di interesse negativi, senza dover distruggere il sistema.


Ma questa non è l'unica caratteristica del denaro digitale della banca centrale. Permetterà ai governi di sorvegliare tutte le transazioni effettuate per assegnarci varie aliquote fiscali, e imporci multe individuali. I governi possono anche mettere un limite di scadenza su una parte del nostro denaro, e richiedere che spendiamo certe somme entro certi periodi di tempo.


Ma può anche richiedere che il denaro sia usato per scopi specifici, e richiedere che importi specifici siano pagati solo per certi prodotti, o che provengano solo da certe regioni.


Soprattutto, il governo sarà nella posizione di annullare la nostra capacità di fare tutte le transazioni con un solo clic del mouse, e così chiuderci finanziariamente.

Il denaro digitale della banca centrale sarebbe il più efficiente metodo di riscossione delle tasse per la società che si sia mai verificato in tutta la storia dell'uomo. E con questo, niente di più e niente di meno che la realizzazione di una dittatura onnicomprensiva realizzata attraverso il denaro.


Tuttavia, l'intera faccenda ha un enorme intoppo.


Vale a dire, l'attesa resistenza da parte del pubblico. Si può essere molto sicuri che una gran parte della gente non accetterà questa forma di privazione del diritto di voto. Quindi ci si aspetta che l'introduzione del denaro digitale della banca centrale produca un enorme disordine sociale.


Ed è esattamente questo problema che il complesso digitale-finanziario ha ovviamente pensato per invertire il processo di introduzione di questa moneta (digitale). Quindi, non cercheranno di fare questo passaggio alla moneta digitale gradualmente ma, rischiando così un'enorme resistenza, lo faranno esattamente al contrario. Porteranno la società nel caos per presentare l'introduzione della moneta digitale della banca centrale come la soluzione di tutti i problemi. Vale a dire, sotto forma di un reddito di base universale (UBI).


Per chiunque pensi che questa sia una "teoria del complotto" tirata fuori dall'aria, consiglio di dare ancora una volta un'occhiata da vicino a tutto ciò che abbiamo vissuto negli ultimi 18 mesi. Con il pretesto di combattere una malattia, sono stati fatti danni devastanti e irreparabili alla salute, all'economia e alle finanze, i cui effetti completi cominciano a manifestarsi solo in tracce. Ma allo stesso tempo, giorno dopo giorno, si lavora per aumentare questi danni, e parallelamente si approfondisce sistematicamente la frattura sociale nella società, gettando costantemente nuovi cunei tra le persone. Tutto questo ci porta intenzionalmente in un'unica direzione, il disordine sociale fino alla guerra civile, e in effetti, in tutto il mondo. Esattamente questo, secondo tutte le informazioni disponibili che ho, è ciò che si vuole (dall'altra parte). Stiamo sperimentando oggi che, utilizzando tutti i mezzi concepibili, si sta cercando di creare il massimo caos sociale, e poi al punto più alto di questo caos, portare una panacea con il nome di 'Reddito di Base Universale', e in questo modo effettuare un cambiamento dal massimo caos al massimo controllo.


A proposito, c'è una seconda ragione per cui, dal punto di vista di questi mediatori di potere, l'UBI deve arrivare. Siamo seduti proprio nel mezzo della quarta rivoluzione industriale, e ci aspettiamo, nel periodo che ci aspetta, la perdita di milioni e milioni di posti di lavoro a causa dell'introduzione dell'intelligenza artificiale. Questo significa che milioni di consumatori scompariranno. La domanda di beni di consumo crollerà sempre più. E poiché l'attuale sistema economico è guidato dal consumo, bisogna, per mantenere la vita, rompere questa spirale negativa. E questo può accadere solo se tutti questi consumatori disoccupati, che non trovano lavoro, ricevono un reddito.


Vediamo che quello che è successo negli ultimi 18 mesi, e che sta ancora succedendo, è ovviamente tutto secondo un piano (preparato). E il nome di questo piano è: "Decostruzione dell'attuale sistema economico a beneficio delle élite. La generazione del massimo caos economico e sociale, e la creazione di un nuovo sistema, con la scusa di voler fornire aiuto umanitario".


Questo piano è comunque disponibile per la lettura, ed è in entrambi i libri sulla Quarta Rivoluzione Industriale e il Grande Reset di Klaus Schwab, il cui Forum Economico Mondiale (WEF) gioca un ruolo chiave in tutta questa agenda. Il WEF è riuscito negli ultimi 50 anni a diventare il più importante centro di controllo del complesso digitale-finanziario. Prima di tutto sono stati riuniti i leader degli affari, poi più tardi anche i politici, e ancora più tardi, i creatori di media in ruoli di comando, e le figure di spicco tutti in rete tra loro.


Inoltre, negli anni '90, le persone sono state sottoposte a un programma di formazione mirato. Oggi sappiamo che dal 1992, i 'Global Leaders of Tomorrow' e dal 2005 i 'Young Global Leaders' hanno sempre ricevuto una formazione sistematica dal WEF.


E sono esattamente queste stesse persone che ora occupano posizioni di potere politico e di influenza. Che si tratti di Bill Gates, Jeff Bezos o Jack Ma dell'area IT. Che sia il CEO Larry Fink di BlackRock, il capo del FMI Kristalina Georgieva, o l'ex capo della Banca d'Inghilterra Mark Carney dal settore finanziario, o Emmanuel Macron, Sebastian Kurz o Angela Merkel dalla politica. Tutte queste persone sono state formate dal WEF o siedono nel suo consiglio di amministrazione.


E non sono solo i 1.300 membri di questo gruppo d'élite strettamente collegato che tirano i fili in tutto il mondo. Dal 2012, ci sono anche altri 10.000 sotto i 30 anni, i cosiddetti 'Global Shapers', che si sono uniti al club, e che sono stati anche riuniti dal WEF, e nel suo senso, esercitano influenza sul corso degli eventi mondiali.


E noi sappiamo come dovrebbero essere questi eventi. Per vedere questo, consiglio di guardare il lavoro del fondatore del WEF Klaus Schwab.


Per coloro che ancora non riescono a credere che tutto quello che abbiamo vissuto segue un piano, dovrebbero controllare la data di pubblicazione dell'opera di Schwab, The Great Reset.


Questo libro è apparso il 20 giugno 2020, quindi nemmeno quattro mesi dopo il blocco mondiale, e dà già istruzioni esatte su come si dovrebbe usare Covid-19, per dirla in modo oscuro, distruggere creativamente il mondo, e costruire un nuovo mondo, a immagine dell'uomo che lui [Schwab] ha disegnato, che ricorda i tempi più oscuri del nazionalsocialismo.


So che tutto questo suona scioccante, come un'apocalisse preparata con cura.


In effetti, l'agenda che si sta seguendo qui è ovviamente non solo pianificata, ma anche difficilmente superabile in termini di malvagità e inganno.


Chi avrebbe mai sospettato che con il pretesto di proteggere l'umanità dagli effetti di una malattia, l'economia mondiale sarebbe stata portata al collasso totale?


Togliere alle persone la libertà di viaggiare, i loro diritti di associazione e di parola, la libertà di esprimere opinioni, e in più, condannare più di 100 milioni di persone alla fame, e tutto questo presumibilmente "per la loro protezione"!


E chi avrebbe mai pensato che un eugenista impenitente di nome Klaus Schwab sarebbe stato messo nella posizione non solo di diffondere in tutto il mondo la sua visione raccapricciante di una fusione di un essere umano con l'intelligenza artificiale (AI), ma anche di avere questa visione portata avanti da 10.000 aiutanti.


Tutti questi sono sviluppi profondamente distruttivi che stiamo vivendo e che dobbiamo subire e i loro dettagli sono sufficienti a far gelare il sangue nelle vene di qualsiasi persona normale e pensante.


Ma ora vengo al messaggio più importante che devo dare oggi.


L'intera faccenda ha anche un altro lato, un lato del tutto diverso e soprattutto che dà a tutti noi una spinta enorme, e una grande quantità di potere per il nostro lavoro futuro.


Il piano delle élite, le visioni di Klaus Schwab, sono condannate a fallire, e questo per diverse ragioni.


La più importante è che la narrazione di un virus mortale, che è una minaccia esistenziale per l'umanità, non può essere sostenuta a lungo termine.


Vediamo già come il pacchetto di bugie sta crollando su se stesso da tutti i lati.


Vediamo come, nel tentativo di legittimarlo, si ricorre ad argomenti sempre più assurdi e a diffamazioni rabbiose.


È importante riconoscere qui che la veemenza che i media stanno mostrando in questi giorni testimonia non la loro forza ma la loro debolezza.


Chiunque, con sempre maggiore enfasi, diffonde bugie sempre più grottesche, come la pandemia dei non vaccinati, chi dichiara le persone sane nemico pubblico n. 1, e chi sulla base di una singola malattia, o di un "caso" di test, blocca interi paesi, lo fa solo perché ha finito gli argomenti, e nella disperazione si scaglia alla cieca.


Abraham Lincoln una volta disse: "Puoi ingannare una parte della gente per tutto il tempo, e tutta la gente per tutto il tempo, ma non puoi ingannare tutta la gente per tutto il tempo".


Esattamente questo - la verità apparirà nel nostro tempo, e questo naturalmente ha un enorme significato per noi, perché ironicamente ci apre quella che Klaus Schwab ha definito 'una finestra unica di opportunità', tuttavia, in una dinamica esattamente inversa (a quella che intendeva lui). Vale a dire, che attraverso il crollo della narrazione, la credibilità di coloro che ci hanno condotto in questa situazione viene seppellita di giorno in giorno, e per questo, si è aperta per tutti noi una finestra unica di opportunità per una vasta e completa campagna di illuminazione.


Le condizioni oggettive per illuminare gli altri sui reali retroscena della presunta "pandemia", sui reali equilibri di potere nel mondo, e sulle reali minacce che affrontiamo, non sono mai state così buone come ora, e stanno migliorando giorno dopo giorno, perché l'altra parte si sta impigliando nelle sue bugie sempre più incredibili.


E anche se il complesso digitale-finanziario dovesse riuscire a introdurre la nuova moneta, questo non sarebbe la fine del mondo. Il denaro digitale della banca centrale può funzionare solo come base di un sistema coercitivo globale.


Si introdurranno sempre nuovi controlli sui prezzi, si aumenterà continuamente il Reddito Universale di Base, e si creerà un'inflazione permanente con una pressione enfatica, che a sua volta porterà a un continuo impoverimento della popolazione, e a un costante conflitto con lo stato e le autorità.


Quello che dobbiamo capire è quanto segue: Senza alcun dubbio, ci troviamo di fronte a tempi turbolenti e anche pericolosi, ma abbiamo in mano una carta vincente storica. Consiste nel fatto che l'altra parte non agisce secondo le regole della ragione, ma lotta per motivi di avidità e potere, e quindi non può fare altro che mettersi in difficoltà sempre maggiori.


Dovremmo usare proprio questa (debolezza), e tenere sempre presente che l'altra parte vuole più soldi, più proprietà, e inoltre avere a disposizione tutte le armi del mondo.


Ma il loro potere non si basa sul loro denaro, né sui loro beni o sulle loro armi, ma si basa solo su un fattore. E questo è l'ignoranza della maggioranza delle persone, cioè la maggioranza non capisce il gioco malvagio che questa minoranza sta facendo con loro.


Per quanto sia terribile tutto ciò che il complesso digitale-finanziario e i suoi aiutanti hanno servito e continuano a servire negli ultimi 18 mesi, si è messo in una situazione da cui non può uscire, e in cui per disperazione deve superare sempre più "linee rosse".


Ciò significa per tutti noi che, in questa situazione eccezionale, dobbiamo semplicemente mantenere la pace, smascherare coerentemente tutte le menzogne e mostrare alla gente, poco a poco, perché e da chi viene ingannata.


Quando facciamo questo, e così facendo riflettiamo sulla forza dei nostri argomenti, allora possiamo non solo risolvere il problema attuale, ma possibilmente raggiungere qualcosa di molto più grande, cioè usare una delle crisi più profonde dell'umanità per invertire la direzione della storia umana, e così aprire la porta a una nuova (e migliore) era.


Preparato da Elizabeth Hart, una persona indipendente che indaga sull'uso eccessivo di prodotti vaccinali e sui conflitti di interesse nella politica di vaccinazione. Pubblicato originariamente su  conservativewoman.co.uk


Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia