Iniziati in Kosovo i primi arresti per mining di criptovalute

 Il Kosovo vieta il "mining" di criptovalute a causa dell'eccessivo consumo di elettricità

Quaalche giorno fa è arrivata la notizia che Il Kosovo ha vietato il "mining" di criptovalute a causa dell'eccessivo consumo di elettricità, oggi è caccia aperta ai miners.

67 dispositivi per mining di criptovaluta sono stati sequestrati in un appartamenti nella parte meridionale del Kosovo e la polizia ha identificato il sospetto. La polizia ha condotto ieri un'indagine a causa di un fondato sospetto di azioni illegali.


In particolare, durante la perquisizione sono stati trovati e sequestrati 67 dispositivi collegati ad apparati elettrici e internet sospettati di essere utilizzati per la produzione di criptovalute. Il pubblico ministero è stato informato delle azioni intraprese e delle attrezzature confiscate e ha suggerito alle autorità doganali di intraprendere ulteriori azioni investigative sul caso e sulle attrezzature confiscate.


La polizia ha sequestrato ieri altri tre dispositivi per la produzione di criptovalute a Podujevo, una cittadina nel nord-est del Kosovo.


L'azione è stata condotta dopo che il governo del Kosovo ha vietato la produzione di criptovalute in tutto il Kosovo e la decisione è stata presa su raccomandazione del Comitato tecnico per le misure di emergenza, che si occupa della questione dell'approvvigionamento elettrico in Kosovo durante la crisi energetica.


La decisione è stata presa nel bel mezzo della crisi energetica globale e il governo del Kosovo ha deciso di ridurre il consumo di elettricità e le istituzioni competenti si sono inoltre impegnate a fermare la produzione di criptovalute in luoghi sospettati di alto consumo di elettricità.


A causa dei bassi prezzi dell'elettricità negli anni precedenti, molti giovani in Kosovo hanno iniziato a estrarre criptovalute, che richiedono enormi quantità di elettricità. Tuttavia, a causa delle interruzioni nel funzionamento delle centrali termiche e degli alti prezzi di importazione dell'elettricità, le autorità hanno dovuto imporre restrizioni il mese scorso.


Le centrali termiche Kosovo A e Kosovo B a Obilic attualmente producono circa 500 megawatt di elettricità all'ora e il Kosovo ha bisogno di più di 1.100 megawatt all'ora.


Per garantire una fornitura stabile di elettricità, il Kosovo importa elettricità, ma il prezzo è ora notevolmente più alto a causa della crisi energetica globale.


Uno dei motivi per cui non viene prodotta abbastanza elettricità è la vecchia centrale elettrica obsoleta. La Kosovo Energy Corporation afferma che a volte interi blocchi cadono dal sistema.


Non ci sono ancora dati ufficiali su quanti dispositivi per la generazione di criptovalute ci siano in Kosovo e quanta elettricità consumano.


Fonte: klix.ba

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia