UK: La verità non riportata sugli omicidi degli adolescenti

UK: La verità non riportata sugli omicidi degli adolescenti
Fonte: Met Police, City of London Police e British Transport Police


Di Vlod Barchuk


La paura di Covid e le chiusure che l'accompagnano hanno fatto molto male al paese. Un possibile sottile rivestimento d'argento è stata una riduzione dei livelli di criminalità urbana in tutto il mondo, secondo uno studio dell'Università di Cambridge di ben un terzo. Questo non è davvero sorprendente. Con meno persone per le strade, le opportunità di rapine e scippi sono diminuite, e più persone che stanno a casa aumentano il rischio che un ladro sia disturbato nel suo lavoro. Poiché l'alcool è uno dei principali motori del comportamento violento, la chiusura dei pub e dei club ha impedito molti dei combattimenti che seguono quando i loro avventori si riversano fuori. Lo studio di Cambridge ha concluso che le restrizioni di chiusura "hanno soffocato l'opportunismo che alimenta tanta criminalità urbana".


Questo ha reso la notizia che il numero di adolescenti uccisi a Londra nel 2021 è stato un record - 30 - ancora più interessante. La cifra del 2020 era molto più bassa, 19, ma sembra che la tendenza all'aumento evidente dal 2012 sia ripresa dopo una pausa temporanea. Non c'è segno che quest'anno sarà migliore, con già due omicidi di adolescenti a Londra. Sembra che l'effetto della paura e delle serrate di Covid nel 2020 sia stato temporaneo, con i criminali che hanno capito che possono ignorare le restrizioni o trovare modi per aggirarle, e quindi la "normalità" è tornata.


Sappiamo qualcosa sulle vittime degli omicidi perché la maggior parte dei loro nomi e delle loro foto sono di dominio pubblico. Tuttavia, i media mainstream (tra cui BBC, Evening Standard e Daily Mail) sono riluttanti a notare alcuni punti ovvi. Tutti loro erano maschi. Quasi tutti non erano bianchi, anche se è difficile essere precisi. I legami con le bande o lo spaccio di droga non vengono esplorati. Degli assassini (sospettati o confermati), nulla viene detto. Alcuni potrebbero essere stati sotto l'influenza di droghe o psicosi esacerbate da esse, un pensiero che non sarà venuto in mente al sindaco di Londra Sadiq Khan mentre progettava di depenalizzare la cannabis.


Eppure, stranamente, l'unico commento onesto è venuto da Khan. Lanciando un rapporto sulla violenza giovanile grave il mese scorso, ha riconosciuto che "i giovani neri londinesi hanno significativamente più probabilità di essere vittime o autori di violenza grave". Il rapporto del sindaco ha notato che i giovani neri erano, pro capite, tra quattro e 12 volte più probabili dei bianchi di essere autori di violenze gravi. Le cifre per gli asiatici non erano incluse nel rapporto - perché no? Né il rapporto ha collegato gli elevati tassi di criminalità alla sproporzione di fermi e perquisizioni di persone di colore (vedi sotto), in quanto ciò suggerirebbe che le perquisizioni non sono guidate da pregiudizi razziali ma dalla probabilità di essere coinvolti in attività criminali, e gli amici di Khan in Black Lives Matter non vorrebbero sentirlo.

Tassi di fermi e perquisizioni per 1.000 abitanti (Fonte: Metropolitan Police)
Tassi di fermi e perquisizioni per 1.000 abitanti (Fonte: Metropolitan Police)

Il rapporto tira fuori la maggior parte delle solite scuse riguardanti i benefici e la povertà, e mentre nota le correlazioni tra questi fattori e i livelli di criminalità, accetta che queste "sono insufficienti come prova di causalità". Il rapporto non fa alcuna menzione dei genitori. Bisogna essere coraggiosi, e forse neri, come Tony Sewell, presidente della Commissione governativa sulla razza e le disparità etniche, per sottolineare che "il gruppo etnico nero ha la più alta proporzione di famiglie monoparentali al 13%. C'è una cultura tra alcuni uomini neri di produrre figli senza assumersi responsabilità. Inevitabilmente, questi bambini finiscono per pagarne il prezzo". 


Il rapporto del sindaco di Londra non ha ottenuto praticamente nessuna attenzione. L'interesse della stampa per il numero record di omicidi di adolescenti è svanito. Nessun calciatore si inginocchia per i giovani neri uccisi nelle strade della capitale. Dopo tutto, solleva troppe domande difficili. 

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia