Dopo la vaccinazione Covid: calzolaio di fama paralizzato dall'ombelico in giù

 

Dopo la vaccinazione Covid: calzolaio di fama paralizzato dall'ombelico in giù

Dopo la sua vaccinazione con il vaccino Astrazeneca, un calzolaio di Berlino ha sentito dolore alla colonna lombare. Seguì un'odissea agonizzante di visite mediche, ma senza alcun risultato. Ora l'uomo è su una sedia a rotelle - è paralizzato dall'ombelico in giù. Gli è stata diagnosticata la malattia dei nervi GBS.


John O'Hara è un calzolaio di culto di Berlino-Friedrichshain. Ma la sua bottega di calzolaio, dove da diciannove anni accoglie clienti da tutta Berlino, è chiusa da due mesi, con le tende abbassate. "Chiuso per malattia" è scritto su un foglio di carta incollato sotto le tende.


O'Hara si è fatto vaccinare con il vaccino Corona di AstraZeneca. Da allora è su una sedia a rotelle. Le sue gambe sono paralizzate, stare in piedi e camminare sono ormai impossibili, riferisce Bild. Anche le sue mani sono colpite - ci sono grandi difficoltà con la motricità fine. Inoltre, è afflitto da un persistente dolore alla schiena.


O'Hara, che apparteneva al gruppo di priorità 3 con un infarto come malattia precedente, aveva deciso di essere immunizzato con una vaccinazione Corona il più presto possibile. Ha seguito la raccomandazione del governo federale.


Su consiglio del suo cardiologo, si è fatto vaccinare da AstraZeneca il 7 giugno. Meno di due settimane dopo, ha sentito un dolore intenso alla colonna lombare. Seguì un'ardua odissea in cui visitò medici e specialisti e finì al pronto soccorso in cerca di una risposta. Tuttavia, nessuno poteva dargli una diagnosi.


Il suo dolore peggiorava sempre di più, le sue gambe e le sue mani si intorpidivano. Dopo qualche tempo, i medici del Park-Klinik Weißensee gli hanno diagnosticato la sindrome di Guillain-Barré (GBS), una malattia nervosa.


Fonte: www.epochtimes.de

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia