Sviscerare COVID-19 - Parte VI: Trafficanti di esseri umani

La rete della verità di base

Di Spartacus


Il 20 maggio 2021, il rappresentante Mike Gallagher ha pubblicato questo video piuttosto allarmante sul suo sito:



Il suo sito ha una copia di questo video e una trascrizione:

Gallagher: Questo è più grande del dottor Fauci

"C'è anche un piatto separato di denaro DOD gestito da DARPA chiamato programma PREEMPT, che è correlato in alcuni casi al programma PREDICT. Ho sentito da alcune persone in questo spazio che fondamentalmente sono gli stessi funzionari del programma che ci stanno lavorando. È più o meno lo stesso intento. L'intento dichiarato è quello di raccogliere campioni dagli animali sul campo e quindi utilizzarli per prevedere come potrebbero evolversi i virus. Dobbiamo sapere se qualcuno dei fondi del programma PREDICT di DARPA è andato attraverso EcoHealth Alliance al Istituto di virologia di Wuhan. Questa è la connessione fondamentale. Tutti questi ritagli che stanno facendo ricerche pericolose presso l'Istituto di Wuhan, dove anche il dottor Fauci ha ammesso, non abbiamo una visibilità del 100% su tutto ciò che stanno facendo.

"E poi il terzo grande flusso di finanziamento, anche se molto più piccolo, è in realtà il più interessante e il più preoccupante per me. E questo è attraverso il Dipartimento per la sicurezza interna. Il Dipartimento per la sicurezza interna ha dato all'EcoHealth Alliance, l'organizzazione di Daszak, $ 1 milione per finanziare qualcosa chiamato Ground Truth Network.

"Secondo il DHS, il Ground Truth Network è progettato per "contestualizzare le informazioni relative agli eventi biologici", utilizzando una rete di esperti in materia. Quindi il DHS sta dando soldi a EcoHealth Alliance e Daszak. Daszak li sta quindi dando a un gruppo dei suoi amici che sono esperti, e lo useranno. L'ha ricevuto nel 2018, due anni prima della pandemia. E stanno creando questa rete di esperti per combattere la disinformazione in caso di pandemia. Quindi il Il governo degli Stati Uniti sta pagando un gruppo di scienziati per combattere la disinformazione in caso di pandemia. Bene, ecco il problema. Queste sono esattamente le stesse persone che un anno fa ci dicevano che la teoria delle fughe di laboratorio era una folle teoria del complotto. Quindi hanno "vengono pagati per combattere la disinformazione. Ma stanno diffondendo disinformazione".


Questo programma, infatti, esiste. In effetti, siamo stati in grado di trovare la RFI stessa con una rapida ricerca.

Rete di verità di base

NBIC sta cercando informazioni di mercato per determinare le capacità esistenti delle reti di "verità di base" nazionali e globali che supportano la biosorveglianza e soddisfano i seguenti requisiti iniziali:

• Fornire accesso sia diretto che indiretto a un consorzio di esperti in materia (PMI) con copertura globale in aree chiave tra cui Stati Uniti, Asia, Africa, Sud America, ecc.

• La rete deve contenere esperti nei settori della salute umana, vegetale, alimentare, ambientale e animale/fauna selvatica (l'intera biosfera)

• Fornire a NBIC l'identità, il background e la credibilità delle fonti da cui sono state ottenute le informazioni e se ciascuna fonte può essere identificata e attribuita o meno nelle successive segnalazioni NBIC e a quale livello (solo partner federali, SLTT, feste, ecc.).

Pagina 2 di 3

• Capacità di interfacciare le PMI con gli analisti NBIC attraverso documenti scritti (ad es. e-mail, rapporti scritti, mappe, dati, ecc.), comunicazioni orali (ad es. telefonate, teleconferenze, ecc.) e incontri faccia a faccia .

• Richieste di informazioni: disponibile a ricevere e rispondere (con i necessari requisiti di condivisione delle informazioni) alle richieste di informazioni (RFI) entro 48 ore (rispondere ad almeno 50 RFI entro il periodo di prestazione)

• Prodotti scritti: fornire almeno 25 prodotti scritti che richiedono ricerche aggiuntive oltre a un RFI (entro sette giorni) relativi a argomenti specifici di interesse per NBIC (ad esempio, rischio di viaggio, contaminazione della catena di approvvigionamento, ecc.)

• Aggiornamenti in corso: Fornire aggiornamenti in corso in comunicazioni scritte e orali per almeno 6 eventi mondiali di interesse identificati da NBIC nelle aree di malattie infettive, contaminazione della catena di approvvigionamento, contaminazione ambientale, disastri naturali e raduni di massa.

• Comunicazione orale: partecipa a un massimo di 4 incontri al mese con analisti NBIC relativi ad argomenti di interesse per NBIC (fino a 60 minuti ciascuno per incontro)

• Riunioni di persona: prevedere che almeno due rappresentanti si rechino all'NBIC tre volte all'anno per partecipare e fornire consulenza durante le discussioni sull'argomento

• Capacità di misurare in che modo i dati forniscono valore per avere un impatto positivo sulla salute (ad esempio, processo decisionale interventistico)


Perché qualcuno intrinsecamente disonesto come Peter Daszak sia stato consultato per un progetto come questo è indovinato da nessuno.


Il DHS NBIC descrive la loro missione come segue:

Centro nazionale per l'integrazione della biosorveglianza

Il National Biosurveillance Integration Center (NBIC) integra, analizza e distribuisce informazioni chiave su eventi sanitari e malattie per garantire che le risposte della nazione siano ben informate, salvano vite e riducono al minimo l'impatto economico.

La minaccia del bioterrorismo e la portata globale di malattie emergenti come l'Ebola, l'influenza aviaria e il virus Zika richiedono che i responsabili delle decisioni della nostra nazione dispongano di informazioni tempestive, accurate e attuabili.

Come parte dell'Ufficio per gli affari sanitari del DHS , NBIC collabora e funge da ponte tra i partner federali, statali, locali, territoriali e tribali per integrare le informazioni provenienti da migliaia di fonti sulle minacce biologiche alla salute umana, animale, vegetale e ambientale , migliorando l'allerta precoce e la consapevolezza situazionale. Il risultato è una visione più ampia e informata del panorama delle minacce che aiuta la nazione a prepararsi, proteggere e rispondere meglio.


Apparentemente, questo lavoro include la sollecitazione di "verifica dei fatti" da persone che prendono denaro dai fondi neri della CIA per condurre ricerche illecite sulle armi biologiche in laboratori stranieri.

Sembra che il DHS sia beatamente inconsapevole del fatto che i terroristi siano già dentro la stanza con loro.


Nathan Wolfe e Metabiota

Nathan Wolfe è un giovane leader globale del World Economic Forum e il fondatore di Metabiota:

Nathan Wolfe - Metabiota

Il dottor Nathan Wolfe è il professore di Biologia umana di Lorry I. Lokey Business Wire Consulting presso la Stanford University. È il fondatore di Metabiota, una società specializzata in ricerca, prodotti e servizi microbiologici, e il presidente di Global Viral, un'organizzazione no-profit che promuove la comprensione, l'esplorazione e la gestione del mondo microbico.

Il Dr. Wolfe ha conseguito il dottorato in Immunologia e Malattie Infettive ad Harvard nel 1998. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti tra cui una borsa di studio Fulbright e il Pioneer Award del Direttore del NIH ed è stato nominato National Geographic Emerging Explorer nel 2009 e Young Global Leader del World Economic Forum in 2010. Il Dr. Wolfe ha oltre otto anni di esperienza nella vita e nella conduzione di ricerca biomedica nel sud-est asiatico (Malesia) e nell'Africa subsahariana (Camerun e Uganda), e attualmente coordina le attività di oltre 50 scienziati e personale in paesi di tutto il mondo.

Ha ricevuto supporto per un totale di oltre 60 milioni di dollari in sovvenzioni e contratti da Google.org, National Institutes of Health, National Science Foundation, Bill & Melinda Gates Foundation, US Department of Defense, tra gli altri. Ha oltre 80 pubblicazioni scientifiche e il suo libro acclamato dalla critica, The Viral Storm, è stato pubblicato in sei lingue ed è stato selezionato nel 2012 per il Winton Prize della Royal Society.


Metabiota è direttamente collegato a EcoHealth Alliance, il che non sorprende dato che i loro obiettivi dichiarati di sorveglianza dei virus zoonotici seguono linee simili. In effetti, Nathan Wolfe faceva parte del comitato editoriale di EcoHealth Alliance, così come dell'ormai defunto Defense Science Research Council della DARPA.

Tuttavia, è anche peggio.

Nathan Wolfe è anche direttamente collegato a Jeffrey Epstein e Ghislaine Maxwell, ed è stato uno dei cittadini fondatori della falsa organizzazione filantropica di Ghislaine Maxwell, TerraMar.


L'operatore ucraino di biolabs Metabiota è collegato a EcoHealth Alliance, World Economic Forum e Jeffrey Epstein

Wolfe è un giovane leader globale del World Economic Forum (WEF) (così come Ivanka Trump). Nel 2021, il WEF ha premiato Metabiota come "pioniere della tecnologia". Ha anche fatto parte del comitato editoriale di EcoHealth Alliance, nonché del Defense Science Research Council (DSRC) della Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA). Wolfe ha ricevuto più di 20 milioni di dollari di finanziamenti da Google.org, The Skoll Foundation, National Institutes of Health (NIH), National Science Foundation, Bill & Melinda Gates Foundation, National Geographic Society, Merck Research Laboratories e vari rami del DoD.


Il progetto TerraMar - Wayback Machine

Unisciti alla nostra community e ottieni il tuo passaporto oceanico 

Gli amanti dell'oceano si impegnano a rimanere informati e proattivi nel sostenere l'oceano. In cambio, TerraMar ti invia notizie, pubblica strumenti educativi e sfrutta la tua voce insieme a migliaia di altri per ottenere un futuro migliore per l'oceano.


Dato che Ghislaine Maxwell è un noto trafficante sessuale di bambini, con licenze di pilota di elicotteri e sottomarini, i cui clienti sono così ricchi da essere essenzialmente immuni da procedimenti giudiziari per aver pagato per rapporti sessuali con bambini, è possibile speculare sul vero scopo di TerraMar; stazionamento in acque internazionali per sfruttare la lassità delle leggi ivi presenti.

Seasteading: un progetto di vanità per i ricchi o il futuro dell'umanità?

Un palo di acciaio bianco si erge dal mare al largo della costa caraibica di Panama, spuntando sopra le onde come l'imbuto di un piroscafo affondato. Lanciato in acqua il mese scorso, questo non è un naufragio, ma la base di quella che presto diventerà una casa galleggiante e, agli occhi dei suoi creatori, il primo passo verso la costruzione di una nuova coraggiosa società post-Covid-19, in oceano aperto.

"Il coronavirus è un'opportunità per mostrare al mondo che ciò che stiamo costruendo sarà davvero molto utile in futuro", afferma Chad Elwartowski, in un recente post video dalla sua base sulla spiaggia di Panama. L'ingegnere del software nato nel Michigan diventato commerciante di bitcoin è una figura di spicco nel movimento Seasteading, un gruppo libertario dedito alla costruzione di città galleggianti indipendenti in alto mare. Insieme con ilcostruttori di bunker e preparatori di sopravvivenza , le loro ambizioni di lunga data sono state rafforzate dall'attuale pandemia globale. "Non importa se hai paura del virus o della reazione al virus", aggiunge, "vivere sull'oceano sarà utile in queste situazioni".

Non è la prima volta che Elwartowski tenta di realizzare il suo sogno di un futuro fluttuante. Nell'aprile dello scorso anno, lui e la sua partner thailandese Supranee Thepdet (alias Nadia Summergirl), sono stati costretti a fuggire dalla loro prima casa galleggiante al largo delle coste della Thailandia, pochi istanti prima che fosse attaccata dalla marina thailandese. Avevano costruito quella che dichiaravano essere “la prima località di mare”A 12 miglia nautiche da Phuket, ma le autorità hanno deciso che la cabina in fibra di vetro larga sei metri, appollaiata su un palo galleggiante, rappresentava una minaccia per la sovranità della Thailandia. Era un reato punibile con l'ergastolo o addirittura con la pena di morte. "La coppia ha annunciato sui social media dichiarando la propria autonomia al di là della giurisdizione di qualsiasi tribunale o legge di qualsiasi paese, inclusa la Thailandia", ha detto il contrammiraglio Vithanarat Kochaseni, aggiungendo di aver invitato altri a unirsi a loro. "Vediamo tale azione come un deterioramento dell'indipendenza della Thailandia".


Naturalmente, chiunque sia collegato a TerraMar, Epstein o Maxwell deve essere esposto al massimo controllo. Mette subito in discussione il loro carattere e le loro intenzioni. Alla luce di ciò, perché queste persone incredibilmente losche sono coinvolte nella ricerca sui virus finanziata dal DOD statunitense e dal DTRA in tutto il mondo?

GLI STATI UNITI HANNO GESTITO RICERCA SULLA BIOWEAPON IN OLTRE 25 PAESI. WUHAN, PUNTA DI UN ICEBERG

Esperimenti top secret

Battelle ha gestito un laboratorio biologico top secret (National Biodefense Analysis and Countermeasures Center - NBACC) a Fort Detrick, nel Maryland, nell'ambito di un contratto del Dipartimento per la sicurezza interna (DHS  degli Stati Uniti negli ultimi dieci anni. La società si è aggiudicata un  contratto federale da 344,4 milioni di dollari  (2006-2016) e  un altro contratto da 17,3 milioni di dollari  (2015-2026) dal DHS.

Tra gli esperimenti segreti, eseguiti da Battelle all'NBACC, ci sono:  Valutazione della tecnologia di disseminazione delle polveri  ; Valutazione del pericolo rappresentato dalle tossine aerosolizzate   e  Valutazione della virulenza di B. Pseudomalei (Meliodosi)  in funzione della particella aerosol in primati non umani. La melioidosi ha il potenziale per essere sviluppata come arma biologica, quindi è classificata come una  categoria B. Agente di bioterrorismo . B. Pseudomallei è stato studiato dagli Stati Uniti come potenziale arma biologica in passato.


Vale la pena notare che Battelle è anche direttamente coinvolta nel programma N3 della DARPA e che virus e batteri non sono le uniche sostanze che possono essere disseminate sotto forma di polvere nell'aria. Proprio come James Giordano ha chiarito nei suoi discorsi, anche i nanomateriali possono farlo.


Hunter Biden e Rosemont Seneca

Nel 2009, Hunter Biden ha fondato Rosemont Seneca Partners. Questa azienda ha anche fornito finanziamenti a Metabiota e alle loro operazioni in Ucraina.

La verità su Hunter Biden e i 'laboratori biologici' ucraini

Ora esaminiamo la presunta connessione di Hunter Biden. Il diagramma di flusso mostra una linea da Hunter Biden a "Rosemont Seneca", che a sua volta è collegata a Metabiota , che fornisce consulenza a governi e aziende sulle epidemie sanitarie. C'è anche una linea che collega Metabiota alla Defense Threat Reduction Agency (DTRA), un braccio del Pentagono, che inizialmente ha finanziato i laboratori ucraini. La linea da Metabiota si ripercorre poi ai laboratori.

La linea DTRA per Metabiota è una tacita ammissione dei russi che i finanziamenti del Pentagono hanno avuto un ruolo nel lavoro dell'azienda. Gli Stati Uniti e l'Ucraina nel 2005 avevano firmato un accordo in base al quale il Dipartimento della Difesa, senza alcun costo per l'Ucraina, avrebbe assistito il Ministero della Salute nella costruzione e manutenzione dei laboratori. Gli Stati Uniti "hanno investito circa 200 milioni di dollari in Ucraina dal 2005, sostenendo 46 laboratori, strutture sanitarie e siti diagnostici ucraini", ha affermato il Dipartimento della Difesa in una scheda informativa pubblicata questo mese.


Nota quanto sia privo di fatti questo "controllo dei fatti". Respingono le connessioni tra Metabiota e i laboratori ucraini finanziati dal DOD. Dedicano tutto un paragrafo a Nathan Wolfe e trascurano di menzionare che faceva parte del consiglio di EcoHealth Alliance ed era sia un cagnolino DARPA che un socio di Epstein e Maxwell.

Quando il senatore degli Stati Uniti Marco Rubio ha interrogato Victoria Nuland sui laboratori in Ucraina, la sua risposta è stata la seguente:


"L'Ucraina ha strutture di ricerca biologica, di cui, in effetti, siamo piuttosto preoccupati che le truppe russe, le forze russe, potrebbero cercare di ottenere il controllo, quindi stiamo lavorando con gli ucraini su come possono impedire che uno qualsiasi di quei materiali di ricerca cada in le mani delle forze russe se dovessero avvicinarsi".

Poco dopo, un visibilmente turbato Marco Rubio istruisce Victoria Nuland a inventare qualcosa per ammorbidire la sua gaffe idiota.

La sua affermazione porta con sé alcune implicazioni piuttosto inquietanti. Se i materiali di ricerca in queste strutture sono così delicati che farli cadere nelle mani dei russi sarebbe un problema, ciò implica che questi laboratori non stavano svolgendo innocui lavori di sorveglianza virale, ma stavano, di fatto, conducendo esperimenti illegali di guerra biologica in violazione del Convenzione sulle armi biologiche. Se i materiali non fossero sensibili, allora i russi che catturano i laboratori non conterebbero più di quanto loro catturino una stazione di servizio o un fast food.

Oscuro inverno

Robert Kadlec è un ex ufficiale dell'USAF, ex direttore per la biodifesa del Consiglio per la sicurezza interna della Casa Bianca e vicesegretario alla salute e ai servizi umani per la preparazione e la risposta dal 2017 al 2021.

Nel 2001, è stato coinvolto nell'esercizio sull'antrace di Dark Winter (inverno oscuro):

Tutte le strade portano a un inverno oscuro

Dopo ulteriori indagini, i leader chiave di Event 201 e Crimson Contagion, non solo hanno legami profondi e di lunga data con l'intelligence statunitense e il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, sono stati tutti precedentemente coinvolti in quella stessa esercitazione del giugno 2001, Dark Winter. Alcuni di questi stessi individui avrebbero anche un ruolo nelle indagini "sabotate" dell'FBI sui successivi attacchi all'antrace e ora stanno gestendo aspetti importanti della risposta del governo degli Stati Uniti alla crisi del Covid-19. Uno di questi individui, Robert Kadlec, è stato recentemente incaricato dell'intero impegno di risposta al Covid-19 dal Dipartimento della salute e dei servizi umani (HHS) degli Stati Uniti, nonostante sia stato recentemente e direttamente responsabile delle azioni che hanno inutilmente infettato gli americani con il Covid -19.

Altri importanti attori di Dark Winter sono ora i fattori chiave dietro i programmi di sorveglianza di massa di "biodifesa" attualmente promossi come soluzione tecnologica alla diffusione del Covid-19, nonostante le prove che tali programmi peggiorino effettivamente le epidemie di pandemia. Altri hanno ancora stretti legami con l'insider trading che si è verificato di recente tra un gruppo selezionato di senatori statunitensi per quanto riguarda l'impatto economico del Covid-19 e sono destinati a trarre profitto personalmente da contratti redditizi per sviluppare non solo uno, ma la maggior parte, di sperimentali Covid- 19 trattamenti e vaccini attualmente in fase di sviluppo da parte di società statunitensi.


All'interno dello sprint da 18 miliardi di dollari dell'operazione Warp Speed ​​per un vaccino

La creazione dell'Operazione Warp Speed ​​avrebbe potuto essere superflua se non fosse stato per una serie di decisioni che ora appaiono tragicamente miopi. Gli esperti di salute pubblica avevano lanciato l'allarme per la mancanza di preparazione alla pandemia negli ultimi due decenni, ma sono stati soffocati dalle preoccupazioni per un attacco bioterroristico. Quei timori sono stati amplificati nel giugno 2001 quando un gruppo di funzionari e politici statunitensi si è riunito per Dark Winter, un'esercitazione che simulava un attacco con armi biologiche che coinvolgeva il vaiolo. In molti modi, l'esercizio ha giocato molto su ciò che si è svolto negli Stati Uniti durante la pandemia di Covid, inclusa la mancanza di capacità di trattamento delle vittime e la difficoltà di controllare l'epidemia.

Dopo Dark Winter è arrivato l'11 settembre e una serie di attacchi all'antrace molto pubblicizzati negli Stati Uniti, che hanno inaugurato un nuovo round di spesa pubblica per scongiurare un attacco bioterroristico. Emergent, allora chiamata BioPort Corp., era l'unico produttore dell'unico vaccino contro l'antrace autorizzato dalla FDA. Il governo federale iniziò presto ad accumulare milioni di dosi.


Dopo l'attacco all'Amerithrax del 2001, una società poco conosciuta di nome BioPort gestita da un tizio di nome Fuad El-Hibri era l'unico produttore di un vaccino contro l'antrace con licenza FDA, che il governo ha acquistato in enormi quantità. Per inciso, Robert Kadlec e Fuad El-Hibri sono amici, motivo per cui Robert Kadlec, in un atto di osceno clientelismo, si è assicurato che Emergent BioSolutions (la ribattezzata BioPort) ricevesse contratti preferenziali per la produzione di vaccini COVID-19, nonostante la loro incredibile incompetenza:

Lo stabilimento Emergent di Baltimora è stato segnalato per problemi di controllo della qualità lo scorso aprile, rivela il rapporto della FDA

È importante notare che l'ispezione della FDA lo scorso anno ha avuto luogo prima che Emergent iniziasse il suo lavoro sul COVID-19, ha affermato un portavoce dell'azienda via e-mail. "Abbiamo lavorato e continuiamo a lavorare a stretto contatto con il governo federale a sostegno della risposta al COVID. Queste osservazioni della FDA sono state affrontate e riviste in dettaglio con la FDA durante le loro recenti visite in loco a settembre 2020 e febbraio 2021", ha aggiunto. 

Al momento dell'ispezione, la FDA ha osservato che "aree separate o definite per prevenire la contaminazione o la confusione [erano] carenti" per i materiali che dovevano essere scartati. In particolare, ha affermato che Emergent aveva relegato i lotti in una gabbia degli scarti senza fornire Secondo la FDA, la società non è riuscita ad apporre etichette di scarto su determinati materiali di scarto.


Dr. Robert Kadlec: come lo zar della guerra biologica incanala miliardi di amici nell'industria dei vaccini

Ai suoi tempi, BioPort di El-Hibri faceva parte della più grande azienda di biotecnologie private al mondo, Porton International . Ha ottenuto i diritti per vendere vaccini e altri prodotti sviluppati dal laboratorio gestito dal governo britannico, il Center for Applied Microbiology and Research (CAMR), sui mercati commerciali.

Oltre al vaccino contro l'antrace, un altro noto prodotto CAMR/Porton International è il prodotto antirughe botox, a base di tossina botulinica. Nel 1997, Porton International è stata scorporata in una partnership con l'appaltatore della difesa, DynCorps, che ha creato la DynPort Vaccine Company . Un ex dipendente ha detto dell'attività di El-Hibri:

“Devi capire: BioPort e ora DynPort, questi sono trafficanti di armi. Fanno parte assolutamente del complesso industriale militare. Questi sono affari loro. Stanno vendendo a un pubblico in cattività: il Dipartimento della Difesa. È tutto americano. Tutti questi contratti di difesa - sono sprechi - e questo è il modo americano di fare più soldi possibile".


L'identità degli autori degli attacchi all'antrace del 2001 negli Stati Uniti rimane un argomento di dibattito. Peter Jahrling (uno dei colleghi di Ralph Baric e una figura di spicco nella rete di biodifesa statunitense), nel suggerire che l'antrace contenesse bentonite e puntando il dito contro Baghdad, potrebbe aver condannato a morte mezzo milione di iracheni innocenti.


La connessione di Epstein

BioPort era la società sorella di DynPort, che è stata scorporata dall'appaltatore della difesa e PMC, DynCorp. Per inciso, DynCorp è la stessa società accusata di traffico di esseri umani in Bosnia. È stato realizzato un documentario su questo, intitolato The Whistleblower :


E lo hanno fatto di nuovo, in Afghanistan.

Appaltatori stranieri hanno assunto "ragazzi ballerini" afgani, rivela il cavo di WikiLeaks

In un incontro con l'assistente ambasciatore degli Stati Uniti, Hanif Atmar, il ministro degli interni all'epoca dell'episodio lo scorso giugno, in preda al panico, ha avvertito che la storia avrebbe "messo in pericolo la vita" ed era particolarmente preoccupato che un video dell'incidente potesse essere reso pubblico.

L'episodio ha contribuito ad alimentare le richieste afghane di portare gli appaltatori e le società di sicurezza private sotto un controllo governativo molto più stretto. Tuttavia, l'ambasciata americana era legalmente incapace di onorare una richiesta di Atmar che l'esercito americano assumesse l'autorità sui centri di addestramento gestiti da DynCorp, la società americana i cui dipendenti sono stati coinvolti nell'incidente nella provincia settentrionale di Kunduz.

Gli è stato impedito di ricevere contratti dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti a causa di questa cattiva condotta? No non lo erano. In effetti, il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti condona le sue PMC impegnate nel traffico sessuale di minori.

In effetti, la DynCorp è anche la stessa società i cui spolveratori OV-10 Bronco sono stati prestati al Dipartimento di Stato degli Stati Uniti per operazioni di distruzione di cocaina antinarcotica in Colombia. A uno di loro è capitato di condividere un numero di coda, N474AW, con uno degli elicotteri di Jeffrey Epstein che ha usato nel New Mexico:

L'elicottero di Epstein aveva lo stesso numero di coda di un aereo contraente militare statunitense, permettendogli di passare i posti di blocco (traffico di bambini!)

Secondo i documenti depositati presso la Corte federale degli Stati Uniti a West Palm Beach, in Florida, nel 2008, Epstein ha condiviso il numero di coda del suo elicottero Bell Long Ranger 206L3 (numero di coda N474AW) con un Bronco OV-10D del Dipartimento di Stato americano. Secondo il database di registrazione della Federal Aviation Administration (FAA), l'elicottero Bell di Epstein e il Bronco di proprietà del ****Dipartimento di Stato americano**** e contratti con la compagnia militare privata ****DYNCORP INTERNATIONAL**** entrambi utilizzato lo stesso numero di identificazione.

Pagina 11 per il numero di coda
https://www.documentcloud.org/documents/1507315-epstein-flight-manifests.html

Ecco il database da verificare di persona.

http://www.aviationdb.com/Aviation/AircraftQuery.shtm#SUBMIT

*si noti che il numero ID FAA è stato riassegnato a un aereo da addestramento Cessna ora.

>COSA SIGNIFICA????

Significa che Epstein stava utilizzando un ID FAA (pensa alla targa dell'aeromobile) nello stesso momento in cui un aereo militare statunitense era registrato con uno.

I database della FAA non mostrano che un Bell 206 LongRanger sia mai stato registrato con il numero di coda N474AW, ma i registri di volo di Epstein lo fanno . È come usare la targa dell'auto di qualcun altro.

I media vorrebbero che la gente credesse che i trafficanti di bambini come Jeffrey Epstein siano semplicemente eccentrici miliardari che commettono i loro crimini in relativo isolamento. Non sono. Sono profondamente intrecciati con altri ricchi socialites, la comunità dell'intelligence e il complesso militare-industriale.


La rete di Jeffrey Epstein

Jeffrey Epstein era una risorsa dell'intelligence. Il suo scopo era quello di compromettere i leader mondiali con il ricatto. I sovietici lo chiamavano Kompromat . La CIA li chiama Brownstone Operations.

PEDOFILIA E BROWNSTONING

La CIA coinvolge i politici in scandali sessuali che coinvolgono minori e poi li registra di nascosto. Quindi usano questo come leva di ricatto per burattinare il politico. Lo fanno con dirigenti aziendali, leader attivisti, celebrità e altri personaggi pubblici, inclusi conduttori di notizie. Se vanno contro la CIA, la loro reputazione viene distrutta da un doxx e da altre rivelazioni scandalose (Brian Williams, Dennis Hastert, Bill Cosby, ecc.). Ora, queste persone non sono innocenti. Hanno fatto qualcosa di brutto, ma c'è un incentivo dell'intelligence per farlo, che in alcuni casi può benissimo offuscare il confine tra criminalità e intrappolamento.

È davvero un mistero come Epstein sia diventato così potente? Nessun gestore di hedge fund afferma di lavorare con lui. Le persone hanno cercato di trovare la fonte della ricchezza di Epstein, ma rimane sfuggente fino ad oggi. È ovvio per tutti che Epstein fosse l'agente responsabile dell'esecuzione delle operazioni di brownstone che molti sostengono siano state fatte per conto del Mossad israeliano.


MEGA GROUP, MAXWELLS E MOSSAD: LA STORIA DI SPIA AL CUORE DELLO SCANDALO JEFFREY EPSTEIN

In virtù del ruolo di molti membri del Mega Group come importanti donatori politici sia negli Stati Uniti che in Israele, molti dei suoi membri più importanti hanno stretti legami con i governi di entrambi i paesi e con le loro comunità di intelligence. Come dimostreranno questo rapporto e un rapporto successivo, il Mega Group aveva anche stretti legami con due uomini d'affari che lavoravano per il Mossad israeliano - Robert Maxwell e Marc Rich - così come con i massimi politici israeliani, inclusi i primi ministri del passato e del presente con profondi legami con La comunità dell'intelligence israeliana. 

Uno di quegli uomini d'affari che lavorano per il Mossad, Robert Maxwell, sarà discusso a lungo in questo rapporto. Maxwell, che era un partner commerciale del co-fondatore di Mega Group Charles Bronfman, ha aiutato il riuscito complotto del Mossad a piantare una botola nel software creato negli Stati Uniti che è stato poi venduto a governi e aziende di tutto il mondo. Il successo di quel complotto è stato in gran parte dovuto al ruolo di uno stretto collaboratore dell'allora presidente Ronald Reagan e di un politico americano vicino a Maxwell, che in seguito ha contribuito ad aiutare Reagan nell'insabbiamento dello scandalo Iran Contra. 

Anni dopo, la figlia di Maxwell, Ghislaine Maxwell, si sarebbe unita alla "cerchia ristretta" di Jeffrey Epstein nello stesso momento in cui Epstein stava finanziando un programma software simile ora commercializzato per infrastrutture elettroniche critiche negli Stati Uniti e all'estero. Quella compagnia ha legami profondi e preoccupanti con l'intelligence militare israeliana, i soci dell'amministrazione Trump e il Mega Group. 


Robert Maxwell, padre di Ghislaine Maxwell e mentore di Jeffrey Epstein, è stato profondamente coinvolto nello scandalo Inslaw PROMIS, in cui il giornalista investigativo Danny Casolaro ha perso la vita scavando:


L'impresa della famiglia Maxwell: spionaggio

Sebbene l'intelligence israeliana abbia trovato un uso ovvio per il flusso costante di informazioni riservate e riservate, il loro premio più grande doveva ancora arrivare: i laboratori governativi top secret negli Stati Uniti. Eitan ha  incaricato Maxwell  di vendere PROMIS ai laboratori statunitensi nel complesso di Los Alamos, incluso il Sandia National Laboratory, che era ed è al centro del sistema di armi nucleari degli Stati Uniti. In particolare, l'eventuale vendita di PROMIS a questi laboratori da parte di Maxwell avvenne nello stesso periodo del 1984, quando Eitan incaricò uno dei massimi esperti israeliani di obiettivi nucleari di supervisionare lo spionaggio dei segreti nucleari statunitensi da parte di Jonathan Pollard per conto di Israele.

Per tracciare come avrebbe compiuto un'impresa del genere, Maxwell avrebbe incontrato nientemeno che Henry Kissinger, che gli disse che, per vendere PROMIS a questi laboratori sensibili, aveva bisogno di arruolare i servizi dell'allora senatore per il Texas John Tower, che all'epoca era il capo della commissione per i servizi armati del Senato. Maxwell ha rapidamente stretto un accordo con Tower e poi, utilizzando i soldi del Mossad,  ha pagato alla Tower $ 200.000  per i suoi servizi, che includevano l'apertura di porte, non solo al complesso di Los Alamos, ma anche alla Casa Bianca Reagan. Tower avrebbe organizzato un viaggio per Maxwell per recarsi al Sandia National Laboratory, dove avrebbe commercializzato PROMIS. A differenza della maggior parte delle altre vendite PROMIS, questa non sarebbe gestita da Degem, ma da una società con sede negli Stati Uniti chiamata Information on Demand.


Questo è, ovviamente, il motivo per cui Robert Maxwell è stato trovato morto nel 1991, mentre galleggiava a faccia in giù nell'acqua accanto al suo yacht. È per questo che Jeffrey Epstein, un estensionista della vita e transumanista curzweiliano che professava la paura della morte e desiderava congelarsi crionicamente il cervello, in qualche modo si è rotto il collo inginocchiatosi per strangolamento con le sue stesse lenzuola in una delle strutture di detenzione federali di massima sicurezza in New York nel 2019.

Erano cose in sospeso. Erano legati.

Spartacus


Sviscerare COVID-19 - Parte I: Fisiopatologia

Sviscerare COVID-19 - Parte II: Complicazioni del vaccino

Sviscerare COVID-19 - Parte III: Cospirazione criminale

Sviscerare COVID-19 - Parte IV: Le Origini

Sviscerare COVID-19 - Parte V: Controllo Mentale

Sviscerare COVID-19 - Parte VI: Trafficanti di esseri umani

Sviscerare COVID-19 - Parte VII: Tecnocrazia


Questo articolo è concesso in licenza con CC BY-SA 4.0. Per visualizzare una copia di questa licenza, visitare http://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0/ 

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Link e materiale non pertinente sarà eliminato.

Nuova Vecchia