Sviscerare COVID-19 - Parte VII: Tecnocrazia

 Stiamo assistendo alla sovversione e alla sostituzione dell'ordine internazionale basato sulle regole con un sistema del tutto estraneo alla democrazia

Di Spartacus


Post-marxismo


Per comprendere la minaccia rappresentata dalla tecnocrazia, dobbiamo prima tornare all'inizio. Thorstein Veblen è stato un critico del capitalismo tra la fine del 19° secolo e l'inizio del 20° secolo che ha scritto diversi libri sull'argomento. Sebbene abbia sviluppato una reputazione come una specie di donnaiolo e anticonformista il cui stile di insegnamento era considerato arido e noioso dai suoi studenti, era piuttosto famigerato per i suoi scritti; i suoi libri erano considerati altamente provocatori all'epoca in cui furono scritti e oggi l'eredità di Veblen sopravvive nei termini da lui coniati, come il consumo cospicuo , che è l'idea che i ricchi consumino beni di lusso esclusivamente allo scopo di dimostrare il loro status .


Il consumo cospicuo è molto vivo e vegeto, tra l'altro. Chiedi a chiunque abbia mai acquistato un iPhone 13 quando il loro iPhone 12 era abbastanza buono da soddisfare i loro scopi, solo così potevano vantarsi con tutti i loro amici e colleghi della loro nuova acquisizione.

Veblen era un economista e sociologo progressista e post-marxista, le cui critiche abbracciavano l'intera ampiezza dell'attività umana. Molti dei suoi libri sono disponibili per la lettura gratuita, essendo diventati da tempo di pubblico dominio.


Progetto Gutenberg - Thorstein Veblen

La teoria dell'impresa d'impresa

Gli ingegneri e il sistema dei prezzi


In The Theory of Business Enterprise e The Engineers and the Price System , Thorstein Veblen ha affermato che le economie capitaliste creano scarsità artificiale limitando la produzione in modo tale che i beni possano essere venduti in modo redditizio, piuttosto che massimizzare l'uso di tutte le risorse disponibili. In altre parole, i manager in un sistema capitalista creano disoccupazione per necessità; la sovrapproduzione di un bene fisico al punto da divenire essenzialmente gratuito farebbe fallire il produttore.

Thorstein Veblen ha sostenuto una forma di socialismo basato sulla leadership degli ingegneri; una società in cui il sistema dei prezzi sarebbe potenzialmente abolito e sostituito con il calcolo in natura, proprio come le idee del suo contemporaneo Otto Neurath, che sosteneva il naturalkalkul.


Al centro di queste controversie c'era un conflitto su cosa costituisse valore. Che cos'è il valore? Raramente la domanda viene posta, eppure è un aspetto centrale di gran parte dell'attività umana. Le persone lavorano per soldi perché vogliono comprare cose, e poi comprano cose perché le desiderano. In breve, un prezzo non è una misura di nulla di fisico, ma dei desideri delle persone in astratto. Potresti non volere qualcosa così tanto se costasse cento dollari, ma se fosse ridotto del venti percento, potresti riconsiderarlo. Un prezzo ti misura, in altre parole. Misura la tua disponibilità ad acquistare qualcosa rispetto al costo opportunità di non essere in grado di pianificare qualcos'altro come risultato.


Veblen e i positivisti logici, d'altra parte, vedevano questo tipo di valutazione come una forma di finzione soggettiva. Volevano determinare esattamente la quantità di ciascuna persona fisica buona effettivamente, oggettivamente necessaria per soddisfare i propri bisogni fisici scientificamente determinati, e quindi produrre e distribuire esattamente quella parte di ogni bene a ciascuna persona nella società.

In altre parole, volevano eliminare la soggettività dall'equazione e applicare una regola valida per tutti praticamente a tutti.

Ludwig von Mises scrisse una lunga critica contro questo punto di vista nel 1920 intitolata Calcolo economico nel Commonwealth socialista , in cui sosteneva che i prezzi trasmettono informazioni preziose e che le economie pianificate che abbandonano un sistema di prezzi sono essenzialmente costrette a brancolare nel buio per capire come allocare le risorse.


Tuttavia, molti socialisti ignorarono i suoi avvertimenti e andarono comunque avanti con la loro visione utopica. Erano determinati a rendere tutti uguali, al diavolo la praticità. La storia ci mostra le conseguenze di ciò, dai gulag di Stalin, alla fame di massa del Grande balzo in avanti di Mao, ai campi di sterminio di Pol Pot.


Eppure, accanto al comunismo, si stava preparando un'altra forma di socialismo. Un socialismo di computer, automazione e competenza scientifica, che trae ispirazione dagli scritti di Veblen. Uno che presagiva nuove tecnologie che presumibilmente promettevano di affrontare il problema del calcolo socialista.

Lo chiamavano Tecnocrazia.


Howard Scott e il movimento della tecnocrazia

Howard Scott era un visionario o un truffatore, a seconda di chi chiedi. Con poco in termini di istruzione formale e un background che coinvolge attività prestigiose come versare cemento e vendere lucido per pavimenti, all'inizio degli anni '30, al culmine della Grande Depressione, fondò il Movimento della tecnocrazia, un'organizzazione dedita alla creazione di un " Tecnonato nordamericano”. Negli scritti di Thorstein Veblen, Howard Scott e altri membri della sua organizzazione vedevano una ricetta per l'occupazione universale e la sostituzione del sistema dei prezzi con un sistema di crediti energetici come cura per i mali della Grande Depressione.


Altri che non erano coinvolti nel movimento della tecnocrazia, come Bernard London, avevano altre idee altrettanto radicali su come porre fine alla Grande Depressione, come distruggere deliberatamente vaste aree di proprietà e ricchezza accumulata in modo che potesse essere rimpiazzata con profitto, motivo per cui ha ha scritto un saggio intitolato Ending the Depression Through Planned Obsolescenza , in cui ha sostenuto che i beni hanno una data di scadenza oltre la quale sono da considerarsi legalmente "morti".


Al suo apice, il Movimento della tecnocrazia vantava centinaia di migliaia di aderenti, che andavano in tutto il paese su flotte di macchine grigie, predicando la fine del capitalismo e la sua sostituzione con un'economia scientificamente gestita gestita da ingegneri ed esperti. Non si consideravano un partito politico di alcun tipo. In effetti, hanno cercato di abolire la politica di parte e di sostituirla anche con la gestione scientifica.

come attivare i sottotitoli in italiano


Della scienza ci fidiamo

Technocracy Incorporated non era un movimento politico, infatti, i politici oi membri di partiti politici non potevano aderire. È stata fondata a New York City nel 1933 come organizzazione educativa e di ricerca che promuove una radicale ristrutturazione della vita politica, sociale ed economica in Canada e negli Stati Uniti, con la scienza come principio operativo centrale.

Non ci sarebbero politici, uomini d'affari, denaro o disparità di reddito. Quelle erano tutte caratteristiche di quello che la tecnocrazia chiamava il "sistema dei prezzi" e sarebbe dovuto sparire.

Non ci sarebbero nemmeno paesi chiamati Canada o Stati Uniti: solo una gigantesca massa continentale continentale chiamata Technate, una tecno-utopia gestita da ingegneri e altri "esperti" nei loro campi. Al Technate, tutti sarebbero ben alloggiati e nutriti. Tutti i bisogni materiali sarebbero stati soddisfatti, indipendentemente dal fatto che tu avessi un lavoro o meno.


Per affrontare il problema del calcolo socialista, il Movimento della tecnocrazia ha proposto di monitorare con precisione i fattori di produzione e tutti gli input e output fisici della società in modo tale che il calcolo in natura diventasse pratico. Per fare ciò, progettarono di nominare eserciti di tecnici e ingegneri qualificati e certificati per gestire scientificamente la società, eliminando politici, partiti, votazioni e così via. Hanno anche cercato di sfruttare le forme più avanzate di automazione, dai primi computer meccanici ai moderni circuiti integrati, per raggiungere questo obiettivo.


Tuttavia, a causa del New Deal di FDR e della crescente avversione americana per il totalitarismo socialista in tutte le sue innumerevoli forme, il Movimento della tecnocrazia è stato sempre più associato ai mali del fascismo e del comunismo nella coscienza popolare. Di conseguenza, la loro appartenenza è diminuita nel corso degli anni. Oggi, l'organizzazione non è che l'ombra di se stessa.


Questo primo movimento della tecnocrazia è stato il presagio della tecnocrazia moderna, un sistema completamente diverso sostenuto da una rete molto più ben collegata e insidiosa di individui ricchi e influenti. Tuttavia, prima dell'ascesa senza precedenti della Silicon Valley e dei tecnocrati moderni, c'erano altri progetti nel corso del XX e dell'inizio del XXI secolo che condividevano somiglianze con gli obiettivi generali e le intenzioni del socialismo tecnocratico.


Progetto Cybersyn

Nel 1971, Salvador Allende, presidente del Cile e capo dell'alleanza per l'Unità Popolare dei partiti socialisti, ha intrapreso un progetto ambizioso per gestire la totalità delle risorse, del lavoro e dei beni materiali del Cile attraverso una rete di computer mainframe e macchine telex.

Questo progetto si chiamava Cybersyn e mirava a superare le carenze della pianificazione centrale dell'Unione Sovietica utilizzando reti di computer avanzate per monitorare i fattori di produzione e allocare le risorse in modo più efficiente. Stafford Beer, un esperto di cibernetica gestionale, era l'architetto capo di Cybersyn e Gui Bonsiepe progettò la sala di controllo in stile Star Trek dove Allende ei suoi aiutanti avrebbero monitorato e controllato ogni aspetto della vita cilena.


Il programma è stato portato a una fine improvvisa e brutale quando Augusto Pinochet ha completamente cancellato il governo di Allende con un colpo di stato militare. Tuttavia, le idee alla base di Cybersyn sono persistite fino ai giorni nostri, con molti aspetti della cibernetica gestionale che si sono insinuati nelle strutture di potere capitalista.


Cybersyn è molto vivo e vegeto, ma oggi è chiamato con un nome diverso; Internet, big data, algo-trading, monitoraggio algoritmico delle preferenze dei consumatori e così via. Ogni volta che vai su YouTube o Netflix e ricevi una serie di consigli basati sul tipo di cose che ti piaceva guardare in passato, è Neo-Cybersyn al lavoro. Il sistema di punteggio del credito sociale cinese? Cybersyn sotto steroidi. Google che censura i risultati di ricerca e Twitter che censura i tweet? Anche questo è il New Cybersyn, esteso solo alle interazioni da uomo a uomo, con l'idea errata che le società abbiano una sorta di responsabilità sociale per impedire alle persone di interagire con gli altri se le loro opinioni si trovano al di fuori della finestra di Overton. L'ossessione per il controllo del comportamento umano si estende ai campi dell'ingegneria civile e dell'ergonomia. eserciti di antropologi,


Dall'uso da parte della RAND Corporation della teoria dei giochi e delle loro previsioni scientifiche, a Richard Thaler e Cass Sunstein's Nudge , i dirigenti di oggi sono diventati maniaci del controllo ossessionati dal monitoraggio e dal plasmare la vita privata delle persone a un livello mai visto prima. Tutto ciò può essere ricondotto al concetto di gestione scientifica di Frederick Winslow Taylor e ai suoi equivalenti socialisti in Cybersyn e simili. Oggi è difficile trovare un burocrate che prima non citi privatamente il dilemma del prigioniero prima di proporre pubblicamente una politica, e poi continui a usare i suoi presupposti riduzionisti della vita umana per giustificare un totalismo disumano, fanatico e quasi robotico.


Il progetto Venere

Jacque Fresco era un futurista, architetto, autodidatta e pensatore utopico che ha lasciato molte iniziative imprenditoriali fallite per fondare la propria organizzazione a Venus, in Florida, che ha chiamato The Venus Project. Il cosiddetto Venus Project si basava sulle sue idee precedenti su qualcosa chiamato "sociocyberneering", che aveva molte somiglianze con Cybersyn di Allende, Technocracy Movement di Howard Scott e gli scritti di Thorstein Veblen.

Sono sicuro che puoi già vedere dove sta andando; abolire il sistema dei prezzi, gestire i fattori di produzione direttamente con il calcolo in natura, eccetera, ecc. Jacque Fresco credeva che se il denaro fosse stato abolito e la società fosse stata gestita tecnologicamente, con tutti i suoi input e output monitorati dai computer, avrebbe risolto tutti i problemi esistenti con povertà e simili. Per qualche ragione amava anche molto l'idea delle città circolari.


Jacque Fresco è morto nel 2017, con poche, se non nessuna, delle sue idee mai messe in pratica.


La tecnocrazia moderna e l'ascesa della Silicon Valley

In gran parte slegati dalle precedenti manifestazioni dell'ideale tecnocratico, le oligarchie occidentali hanno implementato molte delle idee della tecnocrazia, sebbene all'interno di una struttura capitalista, con il profitto come motivo generale. Notevoli risorse umane sotto forma di scienziati e ingegneri sociali sono state impiegate dalle più grandi aziende del mondo per capire come rinchiudere i propri clienti e modificare il loro comportamento per essere il più vanitoso e materialista possibile, spremendogli più soldi possibile . Il risultato finale dei loro sforzi è stata una nuova guerra di classe tra la classe professionale-manageriale urbana delle élite con istruzione universitaria e i loro datori di lavoro, e una sottoclasse di lavoratori e commercianti suburbani e rurali che hanno visto i loro mezzi di sussistenza completamente distrutti dalla marcia costante del globalismo e dell'outsourcing.

Il dolore provato dal numero crescente di senzatetto in America e dalla nostra classe media in diminuzione a causa del crescente divario di ricchezza è molto reale. Ha portato ampi tratti dell'America a subire una specie di Weimarization; politicamente iper-polarizzato e pieno di abuso di droghe e prostituzione. Le nostre piccole città sono state inondate di oppioidi. La nostra infrastruttura è obsoleta e si sta sgretolando proprio di fronte a noi. In mezzo a questo paesaggio desolato, i titani della tecnologia della Silicon Valley si sono sollevati per colmare il vuoto di leadership lasciato dagli inefficaci politici fantoccio che sostengono i loro programmi.


La decisione del 2010 Citizens United ha messo più potere nelle mani dei ricchi che mai. Occupy Wall Street, l'ultimo sussulto della resistenza populista bipartisan, è stato colpito dall'incessante promozione di una retorica divisiva su razza, genere e sessualità che persiste nel presente, oltre un decennio dopo, con i genitori che inveiscono nei consigli scolastici sull'insegnamento di divisioni e argomenti polarizzanti come la teoria critica della razza.

L'economia è diventata il dominio di istituzioni sovranazionali, con i cittadini medi esclusi dall'influenzare il modo in cui siamo impiegati e retribuiti. I giganti della tecnologia hanno brutalmente messo a tacere il dissenso politico caratterizzandolo come molestie, abusi, disinformazione e così via. Lo hanno fatto con la benedizione delle stesse istituzioni sovranazionali a cui i nostri leader hanno ceduto la nostra rappresentanza politica.

Hanno rafforzato questo sistema di controllo manipolando ogni aspetto della vita americana. Come impariamo, come mangiamo, cosa guardiamo. L'adolescente americano medio, quando è pronto per andare al college, ha già subito il lavaggio del cervello dal sistema scolastico pubblico per dodici anni consecutivi. Con il pretesto di insegnare vari argomenti come matematica, chimica, storia e così via, agli studenti americani, in realtà, viene insegnato come dare un pugno a un orologio, come eseguire compiti ripetitivi e privi di significato come compilare scartoffie, come obbedire a figure di autorità irragionevoli , e così via.


Il divario tra la sinistra politica e la destra politica in America è un circo. Una raccolta di assurdità caricate emotivamente e intrinsecamente polarizzanti. Il suo unico scopo è distrarre la gente media della classe operaia dal vero divario politico, che è tra neoliberisti e anti-neoliberisti.

Klaus Schwab e il World Economic Forum scappano dal loro passato

Quando Klaus Schwab, il fondatore del World Economic Forum, inizia a inveire contro "l'ordine globale neoliberista", il mondo dovrebbe prenderne atto. "Negli ultimi 30-50 anni, l'ideologia neoliberista ha prevalso sempre più in gran parte del mondo".

E ha aggiunto: "Questo approccio è incentrato sull'idea che il mercato conosce meglio, che 'il business degli affari è business' e che il governo dovrebbe astenersi dal fissare regole chiare per il funzionamento dei mercati".

Il signor Schwab prosegue dichiarando solennemente: “Quelle convinzioni dogmatiche si sono rivelate sbagliate. Ma fortunatamente non siamo destinati a seguirli”.


Da un lato, hai i liberali classici che promuovono l'austerità, l'eliminazione dei programmi sociali, politiche fiscali più conservatrici, più privatizzazioni e così via, e dall'altro, hai i socialisti democratici che vogliono più spese, più welfare, più nazionalizzazione , e così via. Questi due gruppi sono due facce della stessa identica medaglia. Quella moneta è l'abietto fallimento dello stato sociale liberale del secondo dopoguerra nel compiere progressi significativi nel modo in cui viene gestita la società, insieme all'ascesa di un filone spaventoso e paternalistico di elitarismo che si sforza di escludere le classi medio-basse da politiche significative.


Al di fuori di quella lotta, c'è la meta-lotta in corso tra nazionalismo e globalismo. Il globalismo rappresenta sia le forze neoliberiste che quelle anti-neoliberiste che cercano di controllare i mercati e le istituzioni globali per i propri fini. Il nazionalismo, d'altra parte, è sostenuto da una cittadinanza logora e di tendenza conservatrice e da una rete di estranei politici che cercano disperatamente di mettere insieme i loro governi e mantenere i vantaggi della sovranità nazionale. Quest'ultimo gruppo è ingiustamente considerato neanderthal e reazionario semplicemente perché si aspetta un tenore di vita da primo mondo; i vantaggi del nucleo familiare, l'accesso all'istruzione e a lavori ben pagati e la proprietà della casa. I globalisti, nel frattempo, stanno cercando di demolire tutte queste cose e sostituirle con un culto del vuoto materialismo.


La classe dei nuovi tecnocrati, composta da un clero delle élite burocratiche della Ivy-League, ha effettivamente ficcato un ciuccio nella bocca del pubblico. Quel pacificatore è la costante retorica divisiva che viene diffusa dai nostri media, che separa la classe operaia in campi progressisti e reazionari. Nel frattempo, le élite discutono di politica reale - la politica del Fondo Monetario Internazionale, della Banca Mondiale, della Banca dei Regolamenti Internazionali e del Forum Economico Mondiale - tra di loro. Il resto di noi non è nemmeno invitato alla conversazione. Siamo diventati i prigionieri riluttanti di queste élite.

È nel contesto della pandemia di COVID-19 che le élite hanno preso ancora più potere sulle nostre società in nome della "salute pubblica", con l'obiettivo di ristrutturare radicalmente il modo in cui viviamo, come lavoriamo, come viaggiamo e come divertirci. Il nostro consenso non fa parte dell'equazione. Mentre piagnucolavano sul "preservare la democrazia", ​​questi piccoli tiranni hanno fatto l'esatto contrario; hanno trasferito tutto il potere politico a una rete oscura e irresponsabile di partnership pubblico-privato, ONG, società di intelligence private, compagnie farmaceutiche, trafficanti di armi e conglomerati dei media. Non ha più senso votare, perché i politici non stabiliscono la politica. Burocrati e uomini d'affari nelle loro torri d'avorio stabiliscono la politica, e lo fanno secondo i principi che hanno appreso in scuole private e college prestigiosi in cui non potresti mai permetterti di mandare i tuoi figli.


Vediamo ogni giorno ceppi di tecnocrazia nella vita pubblica, quando siamo esortati a obbedire ai proclami di scienziati, ingegneri, medici, biologi e altre persone con vari gradi, perché le loro credenziali sono prese come una licenza per creare regole affinché altri possano Seguire. Quasi da un giorno all'altro, eserciti di “esperti” irresponsabili e non eletti hanno preso il controllo delle fondamenta stesse della nostra società.

È qui che la nuova tecnocrazia si differenzia dalla vecchia. Piuttosto che essere un sogno irrealizzabile dal basso verso l'alto della classe operaia e media, è invece un sistema altamente sofisticato di controllo tirannico imposto dall'alto dagli architetti del business e dell'alta finanza, utilizzando teorie di gestione scientifica all'avanguardia e vaste risorse tecnologiche - algoritmi, big data, machine learning e sensori in rete - per monitorare le abitudini di consumo delle persone, dirigere e controllare i loro impulsi con pubblicità propagandistica e limitare i discorsi volti a rivelare le disgustose violazioni del sistema alle nostre libertà civili e ai diritti di proprietà.


Il mondo promesso dal Nuovo Ordine Mondiale e dall'Agenda 2030 delle Nazioni Unite non è quello in cui un americano sano di mente dovrebbe mai voler vivere.


Immagina un mondo in cui la proprietà privata è stata in gran parte abolita e sostituita con la servitizzazione. Non possiedi più le cose. Paghi una quota di abbonamento per noleggiarli. La società è già stata spinta in questa direzione. Invece di acquistare un DVD, ottieni semplicemente un abbonamento Netflix o Hulu e il gioco è fatto. Migliaia di film. Finché non smetti di pagare e poi non hai film. Adobe Photoshop e Microsoft Word sono venduti su modelli di abbonamento.


Immagina di pagare un abbonamento per un'auto. Nemmeno il leasing per averne uno sul tuo vialetto, perché non avrai un vialetto, né un garage. Perché hai bisogno di un garage, comunque? Hai intenzione di armeggiare lì dentro e costruire cose che mettono in pericolo la sicurezza degli altri? No, alzerai il telefono e chiamerai un Uber senza conducente che non ha alcun volante, e gli dici dove vuoi che vada, e ti guida a destinazione, ti lascia e poi non è più più a lungo una parte della tua vita finché non lo evochi di nuovo.


Immagina se quasi tutto ciò che possiedi funzionasse in questo modo, dove paghi una quota di abbonamento per utilizzare il comune qualunque cosa. Non hai proprietà. Lo fanno le corporazioni, o lo fa il Partito. Ognuno paga denaro, ancora e ancora, per utilizzare la stessa unità di produzione. Il Metaverse di Zuckerberg è praticamente l'ultima espressione di questo fenomeno di ricerca di rendite; in un Metaverso, paghi per beni digitali per il tuo soggiorno immaginario, come in Second Life. Non sono necessari lavoratori per produrre questi beni in quantità, poiché una copia di un dato essenzialmente non costa nulla da fare e tutti i profitti vengono incanalati direttamente ai proprietari assenti delle aziende che contraggono qualche sfortuna Artisti 3D per realizzare i “beni digitali”. Alla fine, le IA sputeranno queste cose proceduralmente, senza alcun coinvolgimento umano.

Perché dovrebbero farlo? Perché ci dovrebbero imporre un sistema come questo? Bene, perché possedere proprietà immobiliari è dannoso per l'ambiente e causa il riscaldamento globale e l'innalzamento del livello del mare, o qualcosa del genere, o almeno così dicono.

La vera ragione ha a che fare con la velocità del denaro. Vedete, se i bisogni materiali di una larga fetta della popolazione sono soddisfatti e non hanno davvero bisogno di consumare altro oltre a questo, allora ciò porterà a una depressione economica, perché la nostra economia è in realtà uno schema piramidale globale basato su una base instabile di obblighi reciproci e idioti scartoffie, e qualsiasi interruzione nel flusso di denaro porterà al collasso.


Pertanto, è nell'interesse degli architetti dell'alta finanza assicurarsi di consumare sempre le cose senza sosta, anche se non ne hai davvero bisogno. Ecco perché, anche se vediamo sempre teste parlanti proclamare il nostro destino imminente se non facciamo qualcosa per l'ambiente, miliardi di dollari di gadget tecnologici vengono prodotti da lavoratori delle fabbriche sfruttatrici in Cina, spediti in Occidente su gigantesche navi portacontainer che bruciano pesantemente oli combustibili che producono l'inquinamento di milioni di autovetture, consumati per vanità e poi gettati in discarica dopo un paio d'anni con tutti gli altri smartphone, laptop e tablet di due anni fa. Questo modello ha funzionato per un po', ma aveva un difetto fatale. Le persone finanziavano i propri consumi assumendo livelli di indebitamento massicci e insostenibili. Wall Street ha preso a calci la lattina lungo la strada, più e più volte, con il Quantitative Easing e altre misure così disperate, ma alla fine queste bolle del debito scoppiano sempre.


Quindi, come si progetta una società finanziariamente metastabile in cui le persone pagano sempre per le cose? Semplice! Rendi impossibile per la gente media accumulare ricchezza, sostituendo la proprietà della proprietà con un modello di abbonamento e facendo in modo che i risparmi delle persone scadano. Fondamentalmente, la trasmissione della ricchezza dinastica attraverso l'eredità è resa impossibile per le classi inferiori.


Valuta digitale: lo yuan ha una data di scadenza: spendi o svanirà

Lo yuan digitale è programmabile al punto che la valuta può essere fatta scadere, costringendo così i consumatori a consumarla entro una certa data. Questa è una svolta su un'innovazione di politica monetaria oscura e non convenzionale nota come valuta Gesell: il denaro in scadenza, che conferisce al governo emittente un maggiore grado di controllo sulla velocità del denaro.


Il modo in cui intendono farlo è costringere tutti a passare al digitale senza contanti, prima facendo crollare le valute esistenti e poi sostituendole con una valuta digitale della banca centrale. Questa valuta sarebbe controllata centralmente. Sarebbe impossibile per i cittadini infilare soldi sotto il materasso. Tutte le transazioni sarebbero state monitorate e le merci specifiche sarebbero state razionate. Hai superato la tua quota di carne per questo mese? Spiacenti, la tua carta è stata disabilitata per quell'acquisto. Un inserviente verrà e rimetterà quella bistecca sullo scaffale. Sei un dissidente? Ops. Il tuo conto bancario è stato completamente disattivato. Quello che è successo ai camionisti in Canada, con PayPal e GoFundMe che hanno tagliato i loro soldi e il governo canadese ha congelato i conti bancari delle persone, è stato un assaggio di come sarà il futuro con un sistema completamente digitale e senza contanti.


È così che le élite della società intendono alzare la scala e creare un sistema di caste neofeudalista permanente; sfruttando i trucchi e gli strumenti della tecnocrazia e della gestione scientifica per farlo. La cosa importante da capire è che queste persone ti disprezzano attivamente. Non è sensazionalistico dirlo. È un fatto. Sanno che sei arrabbiato per non aver ottenuto la tua parte dell'enorme torta che sono gli ultimi decenni della nostra crescita del PIL, dopo aver passato anni e anni a erodere attivamente i tuoi diritti di lavoro e a spedire i tuoi posti di lavoro all'estero. Loro sanno e non gli importa che tu sia arrabbiato. In effetti, mirano a portare via la sottile scheggia di avanzi di tavola che ti hanno dato per anni e in realtà non ti lasciano letteralmente nulla,

Tecnocrazia: il sistema operativo per il nuovo ordine internazionale basato su regole

Il nuovo IRBO non ha nulla a che vedere con i principi democratici rappresentativi. È completamente estraneo a concetti come libertà di parola ed espressione, responsabilità democratica, libertà di stampa, libertà di vagare e rifugge tutti i diritti inalienabili.

Si basa su una fusione tra lo stato politico e le corporazioni globali. Abbiamo recentemente visto questo mettere in atto effetti devastanti nella nazione canadese dei Five Eyes. Il 14 febbraio 2022, in risposta alle proteste in corso a livello nazionale del Truckers Freedom Convoy, il vice primo ministro canadese e ministro delle finanze Chrystia Freeland ha dichiarato che il governo aveva arbitrariamente deciso "di ampliare la portata delle norme canadesi contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo".

A partire dalle piattaforme di crowdfunding e di pagamento, inclusi gli scambi di criptovalute, queste società private dovevano segnalare tutte le transazioni "sospette" al governo. Ciò è rapidamente passato al congelamento dei conti bancari dei manifestanti. Freeland ha affermato che le società private stavano "collaborando in modo corretto ed efficace".


Questo è il Nuovo Ordine Mondiale. È un insieme di partnership pubblico-privato formate da maniaci del controllo depravati coinvolti in un racket globale che mira a privarti dei tuoi diritti di proprietà, delle tue libertà civili e della tua stessa umanità. Mentre le autorità gridano di "proteggere la democrazia" dalle devastazioni della libertà di parola senza restrizioni da un lato delle loro facce bugiarde, escogitano di privarti di tutti i suoi benefici quando si incontrano a Davos ogni anno, salutando il Nuovo Ordine Mondiale dall'altra parte delle loro facce bugiarde e ipocrite e del vantarsi di come gli esseri umani siano ora "animali hackerabili" soggetti a ogni tipo di manipolazione.


Patrick Wood, l'Antitecnocrate

Patrick Wood è un uomo che ha visto la scritta sul muro. Ha previsto la minaccia rappresentata dalla tecnocrazia con molti, molti anni di anticipo e ha scritto numerosi libri sull'argomento, come Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation e Technocracy: The Hard Road to World Order .

Google Whistleblower: la tecnocrazia in arrivo è più pericolosa del comunismo

“In questo momento abbiamo questa lotta tra il capitalismo abusivo e il comunismo genocida. Ma penso che la vera sintesi di tutto ciò sarà un sistema completamente diverso, che vedo arrivare molto rapidamente di cui nessuno parla, che è la tecnocrazia.

“Non possiamo davvero giudicarlo come un sistema capitalista o un sistema comunista perché quelle cose sono state inventate nell'era della carta e della matita. Se faremo affidamento sull'era della carta e della matita per descrivere ciò che sta arrivando, dobbiamo adattare i nostri modelli. Quello che sta arrivando non è il comunismo e non è il capitalismo… è una tecnocrazia.

“Ciò che è pericoloso... per la persona comune media, la sua produzione economica scenderà a zero. Non sto parlando solo del loro lavoro a causa dei robot, ma della loro capacità intellettuale perché l'intelligenza artificiale verrà e prenderà il sopravvento".


Patrick Wood ha speso molto tempo e sforzi cercando di mettere in guardia le persone sulla continua erosione della nostra privacy, dei nostri diritti di proprietà e delle nostre libertà civili a causa della lenta marcia della tecnocrazia attraverso le nostre istituzioni.

È davvero un peccato che i suoi avvertimenti siano rimasti inascoltati.

Spartacus


Sviscerare COVID-19 - Parte I: Fisiopatologia

Sviscerare COVID-19 - Parte II: Complicazioni del vaccino

Sviscerare COVID-19 - Parte III: Cospirazione criminale

Sviscerare COVID-19 - Parte IV: Le Origini

Sviscerare COVID-19 - Parte V: Controllo Mentale

Sviscerare COVID-19 - Parte VI: Trafficanti di esseri umani

Sviscerare COVID-19 - Parte VII: Tecnocrazia


Questo articolo è concesso in licenza con CC BY-SA 4.0. Per visualizzare una copia di questa licenza, visitare http://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0/ 

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Link e materiale non pertinente sarà eliminato.

Nuova Vecchia