La propaganda delle Varianti ora che il Covid non fa più paura

La propaganda delle Varianti ora che il Covid non fa più paura


Preparatevi ad essere bombardati da notizie di nuovi ceppi, ognuno dei quali riempirà un ruolo per essere il nostro personale uomo nero.


Coloro che hanno ceduto alla paura originaria che circondava il Covid-19 stanno iniziando a rilassarsi un po'. Che siano i vari "vaccini", i pensieri sull'immunità di gregge, la consapevolezza che chi ha meno di 60 anni ha molto poco da temere, o semplicemente la stanchezza per un anno di vita nel terrore, stiamo vedendo persone che prima erano abbastanza preoccupate che ora cominciano ad allentare le loro tensioni. Non sono tutti; ci sono ancora un sacco di balie e paurosi Covid là fuori. Ma molti, se non la maggior parte, si sentono meglio riguardo alle loro prospettive nella "pandemia".

Potreste non notarlo, dato che nascondere il volto con una maschera era ancora un luogo comune negativo. Ma invece di farlo per paura, ora è semplicemente abituale. Le maschere facciali sono state normalizzate nella società americana come i pannolini su un bambino. Abitudini a parte, anche i timorosi cominciano ad avere più fiducia nel fatto che non moriranno entro due settimane dall'esposizione all'aria fresca o a un mascalzone senza maschera.


Questo scontenta i globalisti, Big Pharma e i democratici. Come possono attuare Il Grande Reset se i timorosi si stanno svegliando dai loro Covid-comi? La risposta: "Ceppi". Da un giorno all'altro sentiremo parlare del "nuovo ceppo più letale". Ad un certo punto sentiremo parlare del "più virulento". E stiamo già sentendo parlare del ceppo "più contagioso".

Una variante altamente contagiosa del COVID-19 è ora il ceppo dominante del virus negli Stati Uniti, secondo i Centers for Disease Control and Prevention. La variante, B.1.1.7, ha iniziato a crescere nel Regno Unito a dicembre e da allora si è diffusa attraverso l'Europa e negli Stati Uniti, ha detto mercoledì l'agenzia federale.

"Sulla base delle nostre stime più recenti dalla sorveglianza CDC, la variante B.1.1.7 è ora il lignaggio più comune in circolazione negli Stati Uniti", ha detto il direttore dell'agenzia Dr. Rochelle Walensky al briefing della Casa Bianca.

Gli studi hanno scoperto che il virus è 60 volte più contagioso del ceppo attuale e 67% più mortale, secondo il New York Times. A marzo, gli esperti hanno avvertito che la variante sarebbe stata il ceppo dominante entro la fine del mese. Ora all'inizio di aprile, il CDC ha confermato l'ipotesi, secondo la CNN.

La società medica Helix ha scoperto che il 58,9% di tutti i nuovi test di COVID-19 erano il nuovo ceppo B.1.1.7. Le tendenze di Felix mostrano che la California e la Florida hanno i due tassi più alti negli Stati Uniti con 533 e 445 casi, rispettivamente.


Le parole "nuova variante" agiscono per le malattie nello stesso modo in cui "nuovo e migliorato" agisce per i prodotti. Accende un rinnovato interesse e, nel caso del Covid-19, nuove paure. Ma quello che non si dice nelle notizie è che ci si aspettano nuovi ceppi di malattie, in particolare virus RNA come il Covid-19. Ci sono almeno quattro varianti conosciute della malattia ora e probabilmente una dozzina o più che devono ancora essere isolate e classificate. Ma la parola "ceppo" invoca la paura in coloro che non hanno fatto la ricerca, che include praticamente tutti tranne i medici.


Questo è il punto. Vogliono che la paura sia acutamente inserita nella nostra coscienza a tempo indeterminato.


Mentre è possibile che i nuovi ceppi possano causare più danni agli esseri umani, in generale sono solo varianti all'interno di un tema. Questa è una grande notizia per Big Pharma che fa miliardi con nuovi ceppi di influenza, per esempio. Ogni anno, devono trovare "nuovi" modi per gestire i ceppi, il che è meraviglioso per gli affari. È un racket di stampa di denaro che può andare avanti all'infinito.


La più grande preoccupazione per alcuni medici, anche se la maggior parte non è disposta a esprimerla per paura di essere cancellata, è che questi cosiddetti "vaccini" reagiscano male alle grandi mutazioni del Covid-19. Questo è il motivo per cui, nonostante il fatto che i nuovi ceppi non siano generalmente altro che foraggio per i paurosi, questa volta c'è una reale preoccupazione. È anche il motivo per cui posso dire che da un lato non c'è nulla da temere dai nuovi ceppi e dall'altro c'è molto da temere per coloro che sono stati o saranno vaccinati.


Come ha riferito il tenente generale Tom McInerney, i medici con cui ha parlato privatamente avvertono che la combinazione di nuovi ceppi con gli attuali vaccini in circolazione potrebbe esacerbare l'intero problema Covid. Essi ipotizzano che le mutazioni potrebbero fare in modo che la malattia contrasti i vaccini al punto che una persona vaccinata sarà più suscettibile e più in pericolo quando avrà luogo una grande mutazione.


Il brusio che circonda i nuovi ceppi ha lo scopo di perpetuare la paura. Ma quello che Big Pharma e altri non vi diranno è che potrebbe verificarsi uno scenario in cui un nuovo ceppo diventa particolarmente pericoloso per coloro che hanno preso gli attuali vaccini Covid.

Scrivi cosa ne pensi

Condividi la tua opinione nel rispetto degli altri. Niente link.

Nuova Vecchia